A Magenta un corteo di Forza Nuova e presidio dell’anpi

Magenta – Sabato 26 settembre alle 15,30 a Magenta nella piazza principale si è svolta la preanunciata e autorizzata manifestazione di Forza Nuova. Dopo quanto successo a Castano Primo con la festa nazionale di CasaPound ci si aspettava una mobilitazione almeno uguale, come numeri. Non è stato così. Nemmeno per l’anpi, che erano meno di 4 gatti.

forzanuovaAlla manifestazione di Forza nuova c’erano tra le trenta e le cinquanta persone, che arrivavano per lo più da fuori Magenta. Lo stesso è avvenuto per il presidio non autorizzato dell’Anpi, che li voleva contrastare e che era meno numeroso ancora. In mezzo ai due gruppi,  i carabinieri che, forse, erano il gruppo più numeroso presente in piazza. La manifestazione di Forza Nuova contrappponeva all’atteggiamento della Chiesa cattolica che, secondo Forza Nuova, aiuta gli extracomunitari e non gli italiani, e il motto era “il nostro prossimo è il popolo italiano”. Le motivazioni del presidio dell’Anpi era quello di non lasciare la piazza ai fascisti e il loro slogan era “Bella Ciao”. Lo spettacolo è stato sconcertante.

I due gruppetti si sono fronteggiati e l’Anpi ( con i suoi ottuagenari e oltre) ha tentato di provocare incidenti, impediti dai carabinieri che sono riusciti a convincerli ad allontanarsi. L’insieme, tra manifestazione di destra e contromanifestazione di sinistra, è stato abbastanza strano. Cosa c’entrasse Bella Ciao con il fatto che Forza Nuova si senta vicino agli italiani non lo sappiamo.  C’è un qualcosa del discorso della sinistra che sfugge alla logica. Da anni la sinistra dice che la Lombardia ( e il Veneto e le altre nazioni)  non può secedere dall’Italia, anche se è logico e convenieniente per tutti, perchè i partigiani erano morti  per liberare l’Italia. Ora che Forza Nuova recita lo stesso valore parlando di popolo italiano in polemica con la Chiesa e con gli aiuti ai clandestini invece che agli italiani, la sinistra gli canta contro, ancora una volta, Bella Ciao, per difendere chi non è italiano è. Mah, forse l’incoerenza la vedo solo io o forse i partigiani morti sono come certi vestiti, buoni per tutti le stagioni, basta rivoltarli.
Non è che però Forza Nuova abbia fatto una figura migliore: il comandamento cristiano è “ama il tuo prossimo come te stesso” e prossimo è che è vicino ed è innegabile che i clandestini siano vicini. Anzi: vicinissimi, praticamente in casa. Inoltre, il concetto di amore per il prossimo riguarda l’evitare le guerre, non la carità. La Chiesa è libera di aiutare chi le pare e se la deve vedere con i sui fedeli, quando degli aiuti non sono graditi.

Ilaria Maria Preti
Chi sono Ilaria Maria Preti 2250 articoli
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Lavoro come Web Content Specialist per varie testate giornalistiche e blog. Oltre a cronaca Ossona, mi occupo della redazione di Zoom Milano (Zoommilano.it) e conduco l'ufficio stampa di Conflavoro Pmi Milano (conflavoro.mi.it). Ho scritto di politica, cronaca, turismo, ma anche di edilizia, tasse, assicurazioni, e persino di calcio.

Commenti e Diritto di replica

Rispondi