Ma se in Costa d’Avorio non c’è la guerra perchè l’ivoriano era qui?

La notizia del duplice efferato omicidio che si è verificato a Palagonia, Catania compiuto da un clandestino ivoriano, cioè proveniente dalla Costa d’Avorio, ha terrificato l’opinione pubblica. L’ivoriano, che ha presentato la richiesta per ottenere l’asilo politico e lo stato di profugo, si dichiara innocente ma stato trovato in possesso di molti oggetti appartenenti alle vittime, i coniugi  Solano: il telefono cellulare, pantaloni, un computer e altro. L’ivoriano era ospite del centro di accoglienza di Mineo. Ma ci sono altre domande: una è “cosa è un ivoriano?”, l’altra è “dove si trova la in Costa d’Avorio?” e la terza, quella più importante, è:”ma in Costa d’Avorio c’è la guerra?”

Matteo Salvini commenta i fatti dell'ivoriano in SiciliaLa vicenda del terribile omicidio dei due pensionati è diventata ovviamente un caso politico, un ulteriore simbolo di quello che sta succedendo in Italia. La figlia delle due vittime giustamente ha dato al colpa di quanto successo allo Stato in un video diffuso da tgcom. “Venga qui Renzi a dirmi perchè i miei genitori sono morti”. Renzi però sta tweetando su expo e su altri argomenti il più lontani possbile dalla situazione di crisi. I rappresentanti del Pd che rispondono accusano Salvini di speculare, e oltretutto dicono una bugia: accusano Matteo Salvini di usare l’episodio per avere un pugno di voti in più, dimenticando come sempre che i voti sono l’espressione della volontà popolare e non si possono disprezzare. Matteo Salvini invece esprime solo un pensiero e una preghiera, anche se  è l’interprete proprio di quella volontà popolare che non ammette più questa invasione di ladri e delinquenti dal terzo mondo e certamente non starà zitto, richiamando Renzi e il governo alle loro responsabilità e al loro fallimento. Queste sono le notizie che si possono ascoltare in tv. Ma oggi la parola più cercata su internet è ivoriano, la frase più digitata è “Costa d’Avorio dove si trova” e infine l’associazione di parole più utilizzata è “Costa d’avorio guerra”. Già perchè l’ivoriano ha fatto domanda per il riconoscimento dello stato di profugo dalla guerra, ma in Costa  d’Avorio la guerra non c’è. E’ dal 2011 che la Costa d’avorio ha un presidente della repubblica, Alassane Ouattara, che ha due lauree conseguite negli Stati Uniti, e un governo stabile. Le informazioni sulla Costa d’avorio si trovano su wikipedia. Si tratta di uno dei paesi più floridi dell’Africa.  Io ci ho messo esattamente 30 secondi a scrivere “Costa d’Avorio” nella barra di Google e poco meno di un minuto per capire che non lì, nell’Africa centrale, non ci sono guerre e quindi che l’ivoriano non ha nessun diritto di porre la domanda di asilo politico. Possibile da giugno ad oggi nessuno sia riuscito a fare altrettanto e che questo personaggio sia definito ancora “richiedente asilo”?

 

Ilaria Maria Preti
Chi sono Ilaria Maria Preti 2250 articoli
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Lavoro come Web Content Specialist per varie testate giornalistiche e blog. Oltre a cronaca Ossona, mi occupo della redazione di Zoom Milano (Zoommilano.it) e conduco l'ufficio stampa di Conflavoro Pmi Milano (conflavoro.mi.it). Ho scritto di politica, cronaca, turismo, ma anche di edilizia, tasse, assicurazioni, e persino di calcio.

7 Commenti

  1. Cara Ilaria Maria Preti,
    Non credo che basti digitare su google qualche parola o cercare su wikipedia per essere informati.
    Se fosse così anche io potrei fare il giornalista.
    In Costa d’Avorio la guerra non c’è più, è vero, ma quello non è esattamente un paradiso terrestre in cui vivere.
    Outtara è un fantoccio del governo francese e se, sulla carta si dice “democrazia”, nella realtà si traduce con “ricatto”.
    S,ì perché fra qualche settimana in Costa d’Avorio si terranno le elezioni e gli amici che sostengono il partito di Gbagbo, il precedente presidente della repubblica, voteranno grazie allo scrutinio segreto, visto che manifestare in pubblico di essere un sostenitore del vecchio presidente può essere molto pericoloso.
    L’economia del paese si sta riprendendo dalla guerra civile, ma dire che questo sia un paese florido è più che un eufemismo, visto che nel 2011 le tensioni sono sfociate in guerra civile a causa di una stagione di instabilità che durava da 10 anni.
    Forse l’ivoriano non sarà tecnicamente un profugo, ma lei vivrebbe in un paese in cui la libertà di espressione è limitata, la povertà è una consuetudine e la minaccia di una nuova guerra civile è una possibilità concreta?

  2. in costa d’avorio ci sono conflitti etnici per cui, a determinate condizioni (appartenenza a minoranze etniche, etc..), ad un ivoriano può essere riconosciuta la protezione per motivi umanitari. wikipedia non è sufficiente se ci si vuole seriamente informare.

  3. Oddio, ma Gbagbo era uno che faceva fuori gli oppositori politicive ed è stato condannsto da un tribunale internazionale. Non dall’attuale presidente. Non è che mi aspetti dall’Africa degli stati perfetti,che non abbiamo tanto meno noi.ma da quel che si legge, e non solo su wikipedia, con il nuovo presidente le smcosr sono migliorate. Inoltre se l’ivoriano è qui perché sostenitore di uno che è stato condannato per crimini contro l’umanità, beh allora si comincia a capire qualche cosa in più

  4. dappertutto vi sono conflitti etnici.Siamo convinti che in Italia Siciliani con Valdostani o Calabresi con Trentini o Friulani siano perfettamente amalgamati nelle tradizioni,nei ritmi di lavoro,nelle abitudini sociali………..???

  5. per caso ho saputo (in Italia) di straforo che stiamo combattendo con la nostra aviazione d’attacco in Libia ed in Afghanistan:curioso per una Nazione che ha scritto nella sua Costituzione che avvers ogni tipo di guerra…..
    La Giorgia Meloni ha ricevuto una “cortese” diffida a esprimere le sue opinioni ritenute non in linea con quelle del governo in carica………curioso in una nazione “democratica” ma molto normale in una dittatura.
    e stiamo qui a parlare delle nazioni in giro per il mondo???Che ogni uomo stia nella sua patria ,secondo le sue tradizioni e ,onestamente,alacremente,cerchi di migliorarla.

Commenti chiusi.