Galantino fa dietro front. Ha vinto Salvini. Ora tocca a Renzi

Sull’atteggiamento che i vertici del Vaticano e la Cei hanno avuto oggi e nei giorni scorsi nei confronti della Lega Nord avevamo visto giusto. L’ha spuntata Matteo Salvini e, con lui, la Lega Nord che non ha certo tirato il freno a mano e non ha lasciato che fossero messi i piedi in testa nè al Movimento nè ai cittadini italiani. A fianco del segretario federale della Lega Nord si sono schierate tutte le parti del Movimento. Da Luca Zaia, governatore del Veneto, a Gianmarco Centinaio, capogruppo della lega Nord al Senato; da Roberto Maroni, governatore della Lombardia fino ai semplici militanti. Di fianco a Monsignor Galantino, invece, troviamo un timidissimo Avvenire e una Famiglia Cristiana che lancia il sasso, pubblicando le parole del vescovo contro il governo e contro la Lega Nord, e poi fa velocemente dietro front. Qualche dichiarazione della sinistra, poi, è arrivata, ma rischiano la zappa sui piedi e lo sanno. Intanto Salvini chiede ai cattolici ” Questo Galantino ha rotto le scatole?”

salvini2

“Galantino è l’esempio lampante di come i vescovi siano lontani anni luce dai problemi della gente. Non accettiamo lezioni e francamente quello che diciamo, e cioè che la chiesa con l’immigrazione ci guadagna, non è una novità, è sotto gli occhi di tutti e i primi a vederlo sono proprio i cattolici. Ormai, siamo abituati ad alti rappresentanti della Chiesa che non difendono i valori ma gli affari, non è la Lega a dirlo, lo dimostra la storia recente”. Ha dichiarato, poi, Gianmarco Centinaio in un comunicato stampa. In serata, poi ancora Matteo Salvini che sottolinea “Ancora monsignor Galantino all’attacco della Lega: “Se ci sono preti e vescovi che simpatizzano per questi signori, è un problema”. Questo non è un prete, questo è più a sinistra di Vendola!”
Le frasi di Galantino commentavano, nell’edizione online di Famiglia Cristiana, Luca Zaia, che aveva detto: “Il Papa, che per definizione ha sempre ragione, che rappresenta Dio in terra e che tutti noi amiamo, dovrebbe provare a chiamare i preti, senza mediazioni, e scoprirà che dicono le stesse cose nostre. I piazzisti da quattro soldi sono stati eletti dal 50% del veneti, che corrispondono sostanzialmente a tutti i fedeli. Offenderci è offendere i veneti”. Si trattava di una lunga intervista che è rimasta, fino a sera, pubblicata sul sito internet. Sulla stessa pagina, altre dichiarazioni di Monsignor Galantino nelle quali accusava il governo di essere assente in tema di immigrazione. Poi all’improvviso l’intervista sparisce e il direttore del settimanale spiega che è stata tolta perchè “dopo aver parlato con lo stesso monsignor Galantino” si è capito che “le dichiarazioni a lui attribuite sono state riportate in modo esagerato nei toni all’interno di un colloquio confidenziale con il nostro giornalista”. Insomma, le frasi le ha dette eccome, le ha pensate, probabilmente ha anche chiesto fossero pubblicate ma, dopo la reazione della Lega Nord, ha chiamato il direttore di Famiglia Cristiana per farle togliere. Ha, insomma, fatto dietro front.

salvini3Siccome la classe non è acqua, al Tg1 questa sera Matteo Salvini ha dichiarato:

“Con la Lega al governo, mai avuti questi numeri di invasione. Non mi interessa attaccare i vescovi o il Papa per il gusto di farlo, sono solo mosso dal punto di vista del padre di famiglia che difende il futuro dei propri figli. Immigrati? Vorrei che non partissero evitando di rischiare di morire: solo una minima parte scappa dalla guerra, gli altri vanno in giro a bivaccare col telefonino, da Nord a Sud.
Renzi? Ci sta prendendo in giro da un anno e mezzo: o si siede a un tavolo con noi, anche se siamo brutti, sporchi e cattivi e si parla delle priorità del Paese, o chiameremo gli Italiani in piazza, perché cosí l’Italia è morta. ”

Ritirata l’intervista di Monsignor Galantino, e incassata una vittoria politica di grande peso sul Vaticano, Salvini blocca le polemiche con un solo post su Facebook. Un bel tramonto in cui dichiara che è tornato il sereno. Per Monsignor Galantino sicuramente è vero, un po’ meno per Renzi perchè Matteo Salvini ha dichiarato di voler parlare con lui delle priorità del paese ed un uomo capace di chiamare a raccolta o fermare la gente, cristiani cattolici compresi, solo con dei post su Facebook, o su twitter, e una piccola stazione radio come Radio Padania Libera, va accontentato. (Fonti: Avvenire; Ansa)

Ilaria Maria Preti
Chi sono Ilaria Maria Preti 2277 articoli
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Lavoro come Web Content Specialist per varie testate giornalistiche e blog. Oltre a cronaca Ossona, mi occupo della redazione di Zoom Milano (Zoommilano.it) e conduco l'ufficio stampa di Conflavoro Pmi Milano (conflavoro.mi.it). Ho scritto di politica, cronaca, turismo, ma anche di edilizia, tasse, assicurazioni, e persino di calcio.

3 Commenti

  1. La Chiesa Cattolica è ed ha voluto essere anche uno Stato, e ciò a differenza di qualsiasi altra confessione del mondo. E’ accaduto un fatto molto grave! Abusando del proprio prestigio spirituale è intervenuta nella dialettica politica di un altro Stato, lo Stato Italiano. L’abuso della propria autorità spirituale a fini politici è colpa assai più grave, sotto il profilo etico, della mancanza di carità cristiana, sotto il profilo morale.

  2. io sono un liberale di destra convinto al 100 per cento che i 20 di Berlusconi hanno evitato una deriva a sinistra che era pericolosa per
    il bel paese , attualmente sugli immigrati che cercano la liberta da guerre e dittature e benessere economico , la lega di salvini sta sbagliando i mie valori e doveri , sono diversi dalla lega e se Berlusconi o il tutta la destra pensa di guadagnare qualche punto
    nei sondaggi , senza proporre le possibili soluzioni. Renzi se riesce
    a togliere al PD la Zavorra del vecchio PCI , vince le votazione per 40 anni

  3. meno del 10% dei clandestini che sono arrivati in Italia hanno ottenuto lo status di profugo dalle guerre. il restante 90% sono semplicemente clandestini cui viene dato il foglio di via. c’è una bella conferenza stampa dove questi dati sono dati dal Capo Dipartimento libertà civili e immigrazione del governo, Mario Marcone.

Commenti chiusi.