50 clandestini ad Arluno? Li rimandiamo al mittente

Arluno – La notizia si è sparsa velocemente in settimana. Ad Arluno , si dice, arriveranno per la metà di agosto 50 clandestini che saranno alloggiati nei locali dell’oratorio. La gente si è spaventata e ha cercato conferme e smentite. E’ lo stesso sindaco Agolli di Arluno che, su Facebook , rispondendo ad un messaggio del presidente di Arluno Sicura, Massimo Rizzo, tranquillizza tutti. Non è informato di clandestini in arrivo ad Arluno e lui, come sindaco, ha negato la sua disponibilità a riceverli. Intanto, Filippo di Benedetto, consigliere comunale di Lega Nord e Arluno Si, risponde: “E’ già pronto un manipolo di baldanzosi eroi” pronti a rimetterli sul pullman e rimandarli al mittente.

50 clandestini ad Arluno? Li rimandiamo al mittenteGià da qualche settimana si vociferava ad Arluno della possibilità dell’arrivo di 50 clandestini che in un secondo momento parevano essere diventati addirittura 100. L’unica struttura che avrebbe potuto ospitare tanta gente era l’oratorio. Gli abitanti di Arluno erano quindi doppiamente arrabbiati. Fino a che il presidente di Arluno Sicura non ha postato su Facebook il seguente messaggio.
“Nessuno ne parla ufficialmente, ma da giorni circola tra la gente di Arluno questa domanda. La notizia non so’ se sia fondata su qualche riscontro veritiero o se sia soltanto una “Leggenda Metropolitana”, ma si sta’ espandendo a macchia d’olio. Si parla di 40/50/100 profughi, che arriverebbero nella seconda decade di Agosto per essere alloggiati nell’Oratorio o in altro luogo non ben definito (a seconda della corrente di pensiero). Io stesso in qualità di Presidente di Arluno Sicura ho ricevuto parecchi messaggi da parte di Cittadini Arlunesi che mi chiedevano lumi in merito. Ma purtroppo non ho la possibilita’ di fornire questo tipo di informazioni. Credo comunque che anche le Istituzioni Comunali siano a conoscenza di questa “Voce” che circola in Paese e presumo che presto interverranno per chiarire la situazione, e riportare la situazione ai consueti livelli di serenità”. Il sindaco si è premurato di rispondere su Facebook che non ha notizie di arrivi, ma è anche vero che in parecchi altri paesi delle associazioni hanno partecipato a bandi per l’accoglienza finanziati dal governo Renzi e hanno imposto dei clandestini al loro Comune, come successo a San Vittore Olona.

Ilaria Maria Preti
Chi sono Ilaria Maria Preti 2250 articoli
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Lavoro come Web Content Specialist per varie testate giornalistiche e blog. Oltre a cronaca Ossona, mi occupo della redazione di Zoom Milano (Zoommilano.it) e conduco l'ufficio stampa di Conflavoro Pmi Milano (conflavoro.mi.it). Ho scritto di politica, cronaca, turismo, ma anche di edilizia, tasse, assicurazioni, e persino di calcio.