Tony Abbott, Australia. Via la cittadinanza a chi milita per l’Isis

Saranno circa 60 gli australiani che perderanno il diritto alla cittadinanza perchè si sono recati in medio Oriente a combattere per l’Isis  o che sono stati condannati per atti di terrorismo. Si tratta di persone che hanno la doppia cittadinanza e che quindi erano immigrate in Australia o sono figli di persone immigrate nel passato.

Tony Abbott: l'Australia toglie la cittadinanza a chi milita per l'IsisL’Australia vuole assicurarsi che gli islamici con doppia cittadinanza, di cui una australiana, che combattono all’estero per l’Isis, non possano tornare in Australia e per questo ha preparato una nuova legge che toglie loro la cittadinanza. Secondo il governo australiano le nuove leggi saranno discusse in parlamento, e quasi sicuramente approvate, mercoledì 24 giugno. Il provvedimento colpirà anche chi si è reso responsabile o ha partecipato ad attività terroristiche all’interno del paese. Ad essere aggiornato dai nuovi articoli di legge sarà l’ Australian Citizenship Act 2007, che permetteva agli immigrati di acquisire la doppia cittadinanza. La notizia è stata data alla stampa dal primo ministro australiano Tony Abbott, che ha anche comunicato che gli australiani che attualmente combattono in medio oriente sono 120. “La nuova legge annulla automaticamente la cittadinanza australiana” ha detto il primo ministro. Il mese scorso, il governo australiano aveva annunciato di voler dare direttamente il mandato per annullare la doppia cittadinanza ai terroristi islamici che l’avessero, ma la corte costituzionale del paese aveva invitato il governo a trovare un’altra via per togliere la cittadinanza ai terroristi.
La nuova legge proposta ora non creerà nessun apolide e permetterà a chi ha perso al cittadinanza di presentare ricorso mentre la commissione parlamentare permanente sulla Sicurezza valuterà se la legge potrà essere applicata anche in modo retroattivo.

“Abbiamo alcuni australiani con doppia cittadinanza che attualmente sono in carcere dopo una condanna per terrorismo, il comitato dovrebbe esaminare se sia opportuno applicare la legge retroattivamente almeno in quei casi”, ha detto Abbott, che ha anche specificato che per quei terroristi che sono unicamente cittadini australiani sarà studiata un’altra revisione della legge, che indicherà quale sarà il loro destino.

Ilaria Maria Preti
Chi sono Ilaria Maria Preti 2241 articoli
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Lavoro come Web Content Specialist per varie testate giornalistiche e blog. Oltre a cronaca Ossona, mi occupo della redazione di Zoom Milano (Zoommilano.it) e conduco l'ufficio stampa di Conflavoro Pmi Milano (conflavoro.mi.it). Ho scritto di politica, cronaca, turismo, ma anche di edilizia, tasse, assicurazioni, e persino di calcio.

Commenti e Diritto di replica

Rispondi