Like Facebook: quel like che dice che sei proprio… bello

Managgia, che casini che combiniamo! Eh si, una volta era un continuo spettegolare al telefono, poi siamo passate al cellulare, poi agli sms, ma la differenza l’ha fatta lui: il Like Facebook. Eh si, mie care.
Like Facebook: quel like che dice che sei proprio... belloNon ho intenzione di elencare statistiche. Quante ore passiamo davanti a Facebook, la media degli amici e tutto il resto. Mi addentro nella mente malata dei Like. Il Like, questo sconosciuto! Stai lì e leggi il post, ma dietro quel post c’è “lui” allora taaaaccc… il dito indice parte e non pensi a quale devastante tempesta sta per scatenarsi. Eh si, mie care! Che condividiate le stesse amicizie o meno, escono eccome i vostri “like Facebook” gratuiti e carini. E da lì parte la corsa a chi lo “legge” di più, a stabilire a quali “like” dare più peso e quali commentare. Insomma, un lavoro. Conclusione? La malcapitata che ha messo il suo bel “like” solo perchè “lui” è un amico, a quel punto deve subirsi tutte quelle carinerie da asilo Mariuccia. Il paragone cn l’asilo Mariuccia non mi piace tanto; mia zia si chiama Mariuccia, è una donna molto intelligente ma continua a non capire perchè, quando parlo di stupidità, tiro in ballo il suo nome.
Attenzione, poi, al “like facebook” se il post ha un non so che di ironia sexy! Ah, lì sei finita! Diventi maiala, fetish, scambista, cambi vibratore con la stessa velocità dell’outfit! Se poi, per errore, il post lo pubblica sempre lui, sei rovinata; minimo ci sei già uscita, cena veloce e scopata, ma a lui non è piaciuto. Come cavolo faranno a saperlo? Ma, si, dai! Il suo commento magari in risposta a qualche cosa proprio il giorno dopo! Che, poi, ‘sto pover uomo neanche immagina… Ma è ovvio! Su, dai…
Attenzione anche a quelli sposati! Se per caso condividono la password e profilo con la moglie, o sono amici, inizia pure a preparare la lettera Scarlatta da mettere sul petto. Ne avrai bisogno per espiare la colpa del “like” a una nuova immagine. Ecco, se lì ti sfugge un “va che bello che sei” prepara pure un nuovo profilo Facebook. Ne hai bisogno: parola della Sabri.
Comunque, a parte tutto, avevo voglia di rilassarmi e scherzare un po’. Mi piace scrivere una marea di stupidate su queste cose. Una felice settimana a tutte. (Dimenticavo: non stavo scherzando per niente, maledetti like Facebook !!!!!) (ri- dimenticavo, sei proprio bello!!!).

Sabrina Spirolazzi
Chi sono Sabrina Spirolazzi 14 articoli
Mi chiamo Sabrina Spirolazzi, età? Meglio tralasciare. Nella moda e nello spettacolo si mente sempre… Nata cresciuta a Magenta mi occupo di moda praticamente da sempre, fashion victim soffro spesso di shopping compulsivo, ahimè, con grande orrore da parte della mia carta di credito che urla vendetta ogni 15 del mese. Le scarpe sono la mia passione da quando ero molto giovane, non me ne libero mai anche quando le suole presentano evidenti segni di usura, occupano gran parte degli spazi in casa, cucina compresa. Lavoro come Store Manager a Milano, Zona Brera, mi occupo inoltre delle campagne acquisti. Ho lavorato per parecchi anni nello spettacolo e negli uffici stampa sia testate giornalistiche che di moda, scrivo su alcuni giornali locali quando mi viene chiesto qualche intervento particolare. Qui ho intenzione di parlare di moda, uomini, donne e tutto quello che di fashion esiste, dal design alle mostre, a volte in maniera seria a volte in maniera divertente… Troverete indirizzi utili sul mondo del fashion, realizzeremo total look insieme e cercheremo di risparmiare sull acquisto dell’abbigliamento. Una mia caratteristica? Non si capisce bene quale possa essere… ho 4 gatte, una figlia, un genero rompiscatole e sono felicemente innamorata (?...) A prestissimo