Marino Venegoni chiede: “siete insicuri o lo avvertite soltanto?”

Marino Venegoni chiede: "siete insicuri o lo avvertite soltanto?"Il sindaco di Ossona ha mandato una lettera alle associazioni del paese, datata 14 maggio ma consegnata il 20 insieme agli inviti per la festa ( con sfilata di carrarmati e fanteria)  del 2 giugno. L’oggetto è Sicurezza. La firma in calce alla lettera è solo quella del sindaco Marino Venegoni e non c’è quella dell’assessore, per l’appunto, alla Sicurezza Monica Porrati. I commenti al testo di questa lettera li vorrei anche dai lettori per sapere se ci ho visto giusto. Ecco cosa scrive il sindaco di Ossona.

“Gent. presidente, mi rivolgo a lei in quanto rappresentante di un’associazione che per il proprio ambito di attività è senza dubbio al corrente del divenire delle esigenze della realtà sociale cui lei fa riferimento. In particolare sono a chiederle se negli ultimi tempi i suoi associati le hanno in qualche modo trasmesso mutate e maggiori esigenze in termini di sicurezza nell’ambito territoriale comunale e se queste eventualità sia comunque maggiormente avvertita rispetto al passato. Quanto sopra al fine di poter implementare un sondaggio di massima che sto conducendo unitariamente ad alcuni colleghi amministratori locali. Le chiedo quindi un gentilmente un riscontro scritto entro la fine del corrente mese di maggio, o se preferisce, concordare di incontrarci in Comune. Sono a sua disposizione per eventuali approfondimenti. Nel ringraziarla per l’attenzione che vorrà riservare alla presente porgo cordiali saluti.”

Io l’attenzione gliela ho riservata e dalla lettura ho tratto delle conclusioni specifiche. La prima è che ha sfiduciato di fatto l’assessore alla sicurezza, perchè se un sindaco delega un assessore a svolgere determinate funzioni e poi le fa lui, significa che gli (le) ha ritirato le delega, anche se non lo ha ancora fatto formalmente. La seconda è che se dopo furti, rapine, scippi e aggressioni reali e dopo che gli è stata consegnato un esposto di due minorenni aggredite mentre tornavano da scuola, corredato da 300 firme di residenti, il sindaco si sta ora chiedendo se i cittadini di Ossona sono dei visionari, incapaci di distinguere tra la realtà di furti in casa e le aggressioni subite e l’avvertire una maggiore esigenza di sicurezza dovuta alla pressione mediatica (perchè è questo il discorso suggerito dalla lettera) e per avere delle risposte, chiede anche all’associazione Orsetti padani (si, mi è arrivata la lettera in quanto presidente dell’associazione leghista e indipendentista Orsetti padani), il problema va ben oltre la gestione della sicurezza in paese. Però, gentilmente mi si è chiesto e gentilmente ho risposto come presidente dell’associazione Orsetti padani (quindi non come leghista, ma con la mia autonomia decisionale di presidente di associazione apartitica)

Ilaria Preti che legge la lettera del sindaco Marino VenegoniLa risposta degli Orsetti Padani

Associazione Orsetti padani
Ossona (MI)

Alla cortese attenzione del sindaco di Ossona Marino Venegoni

Gent. Sig. Sindaco.
In risposta alla sua lettera protocollata con nr. 32 37 in cui mi si chiede, in qualità della presidente dell’Associazione Orsetti padani, se i miei associati mi hanno trasmesso esigenze di maggiore sicurezza a Ossona e se questa sia maggiormente avvertita rispetto al passato, le comunico quanto segue:

Oltre alla sequenza di fatti di cronaca nera che si sono verificati negli ultimi due anni a cadenza più che settimanale, a cominciare con l‘aggressione subita da Roberto Mereghetti ( finto in ospedale con il naso rotto e diverse contusione per aver difeso al madre da dei ladri entrati in casa) fino al verificarsi di scippi al mercato e al parchetto di piazza Aldo Moro e alle aggressioni a minorenni, di cui dovrebbe essere a conoscenza dato che le è stato consegnato un esposto con molte firme, fra cui anche la mia, gli associati dell’associazione Orsetti Padani residenti a Ossona, e non solo loro, mi hanno riferito di una serie lunghissima di episodi e reati verificabili. Sono al corrente del fatto che diversi cittadini hanno deciso di raccogliersi in un comitato di controllo vicinato denominato come Ossona Sicura, già operativo dalla settimana seguente allo scippo avvenuto al parco ai danni della signora Tina M., quando i testimoni del fatto, le volontarie del centro Ricreiamoci, sono state minacciate dagli aggressori. Tale comitato si è già organizzato con diversi gruppi e referenti, con un gruppo Facebook cui aderiscono più di 600 persone e uno gruppo whatsapp per la divulgazione immediata delle informazioni. Lo statuto del Comitato sarà consegnato domani 21 maggio in Comune per il protocollo.

Il presidente di tale comitato è il sig. A. R. e il segretario è la signora M. O. . Io sono parte del direttivo. Il signor L. R. è il tesoriere e altri cittadini, che hanno il problema reale e non avvertono solo “sensazioni”, hanno dato la loro disponibilità per far parte dell’assemblea e per essere i referenti di alcune vie per il programma di controllo del territorio e vicinato. I nominativi dei referenti di ogni gruppo di controllo di territorio e vicinato saranno comunicati in Comune a breve dopo la prima assemblea degli aderenti che sarà su convocazione del presidente. Resto sempre disponibile a incontri personali.
Cordiali saluti, Ilaria Maria Preti

Spero tanto che anche le altre associazioni di Ossona che hanno ricevuto la lettera del Sindaco Marino Venegoni rispondano con il tono che merita e con sincerità e non lascino cadere la cosa, come si sarebbe tentati di fare.

Associazione Orsetti Padani
Chi sono Associazione Orsetti Padani 23 articoli
Le mamme e i papà degli orsetti padani non sono degli orsi. Le mamme e i papà degli Orsetti sono mamme e papà che, pensando al futuro dei bambini, oltre al resto si sono presi a cuore il progetto della realizzazione della Padania.