Liberalizzata la raccolta funghi in Lombardia

fugo porcino foto di © Hans HillewaertUna bella notizia per chi ama raccogliere funghi. In tutta la regione Lombardia sarà possibile raccogliere funghi gratuitamente. I Comuni tramite le comunità montane, possono però associarsi per regolamentare la raccolta, prevedendo dei pagamenti che devono avere il fine della compensazione ambientale, prevedendo anche delle autorizzazioni gratuite. I proventi di questi pagamenti dovranno essere però destinati per migliorare e curare l’ambiente, per tutelare i boschi e la biodiversità. Si potrà pensare alla formazione, alla manutenzione delle strade e dei sentieri, alla prevenzione degli incendi e a interventi di miglioramento per la produzione di funghi. Insomma saranno fondi che andranno a beneficio di tutti e dell’ambiente stesso e che magari invoglieranno a tornare ad abitare e curare i boschi. Il relatore della legge che ha superato il vecchio modo di organizzare la raccolta dei funghi è Dario Bianchi, della lega nord, ha dichiarato che la nuova legge regionale “rappresenta un buon punto di compromesso fra le necessità di superamento del vecchio frammentato sistema e il mantenimento di alcune importanti prerogative acquisite
storicamente dagli enti locali”.

Importante far controllare i funghi prima di consumarli

Cosa dire? Chi non apprezza un buon risotto ai funghi freschi? Naturalmente la legge riguarda la parte organizzativa ed economica della raccolta dei funghi. Essere preparati e conoscerli a fondo rimane sempre una delle prerogative principali del raccoglitore così come è importantissimo farli esaminare anche dagli esperti della ASl, prima di consumarli, cosa che non mancano di fare neppure i raccoglitori più esperti.

Ilaria Maria Preti
Chi sono Ilaria Maria Preti 2267 articoli
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Lavoro come Web Content Specialist per varie testate giornalistiche e blog. Oltre a cronaca Ossona, mi occupo della redazione di Zoom Milano (Zoommilano.it) e conduco l'ufficio stampa di Conflavoro Pmi Milano (conflavoro.mi.it). Ho scritto di politica, cronaca, turismo, ma anche di edilizia, tasse, assicurazioni, e persino di calcio.