Chiacchierata musicale a Rho

Chiacchierata musicale a RhoDopo il debutto al Teatro Out Off, lo spettacolo “Mozart e Salieri”, del giovane regista Alberto Oliva, chiude la stagione Class Rho 2014/2015. Lunedì 4 maggio alle 18,45 presso il CentRho in via San Vittore, a Rho, si terrà la presentazione dello spettacoloteatrale e una “chiacchierata musicale con assaggi”, dedicata alla musica di “Mozart e Salieri”, in compagnia di Francesca Barattini, scenografa dello spettacolo, e Paola Romanò, soprano e docente al Conservatorio di Bergamo. Intervento video del regista Alberto Oliva. Ingresso libero. Il momento della rappresentazione dello spettacolo “Mozart e Salieri” sarà invece venerdì 8 maggio alle 21 all’Auditorium Comunale di Rho.

Paola Romanò ha intrapreso molto giovane lo studio del canto presso il Conservatorio G. Verdi di Milano. Nel 1984 vince il suo primo concorso nazionale debuttando nel ruolo di Santuzza in Cavalleria Rusticana al Teatro Regio di Parma. Nel 1988, vincitrice del terzo Concorso Internazionale Luciano Pavarotti, canta Luisa Miller a fianco del celebre tenore. Comincia così, dopo il debutto internazionale a Chicago, Dallas, Phildelphia, una fase della sua carriera che nel giro di pochi anni la porterà ad importanti traguardi. Paola Romanò è infatti stata, a partire dal 1997, ospite per sei anni all’Arena di Verona dove ha cantato in quattro produzioni di Nabucco, in Aida ed in Macbeth, affermandosi come uno dei soprani verdiani di punta della nuova generazione. Ha al suo attivo ripetute collaborazioni con direttori come Arena, Bartoletti, Byckov, Gatti, Metha, Oren e registi come Cavani, De Ana, Pizzi, Ronconi, Tiezzi. Attualmente è docente di Canto presso il Conservatorio di Bergamo.

Francesca Barattini, fiorentina, è nata il 12 settembre 1985. Negli anni di formazione ha concluso il ciclo didattico del metodo d’Arte Martenot e ha studiato danza classica, contemporanea e metodo Graham. Ha trascorso un periodo di ricerca a New York, dove ha seguito un internship alla Robert Steele Gallery di Chelsea. Nel 2012 si diplom con 110 e lode nel Triennio di Scenografia alla NABA, Nuova Accademia di Belle Arti di Milano, diretto da Margherita Palli. Oggi lavora come scenografa e assistente alla regia.
Per il Centro Artistico Alik Cavaliere ha organizzato la I e la II edizione di Parole Immaginate, rassegna di reading e performance. Da gennaio a giugno 2014 ha lavorato ad un progetto personale legato alla produzione teatrale, a Rennes, con una borsa di ricerca stanziata da Regione Lombardia e Fondazione Cariplo, in collaborazione con la compagnia di teatro sensoriale ed arte relazionale à l’envers. Da febbraio 2015 collabora stabilmente con l’associazione culturale ScenAperta.

Alessandra Gornati
Chi sono Alessandra Gornati 109 articoli

Mi piace leggere, mi piace scrivere, ma amo la privacy. Vivo in un piccolo Comune dell’altomilanese, e questo mi condiziona.
Si potrebbe dire che amo parlare di quello che capita agli altri, ma se parlano di me, mi sembra di mettermi in mostra e sono in imbarazzo.
Pensa a me come ad una donna timida e invisibile, senza misteri ma molto ricca nell’anima. Quello che do al mondo, lo do con le mie parole.

Cercami su Facebook Alessandra Gornati