Investigano sulle opere pubbliche e in Umbria salta fuori la E45

Stefano Candiani. Investigano sulle opere pubbliche e in Umbria salta fuori la E45Una vergogna targata PD. Ecco come è definita l’inchiesta ” Sistema”
che ha portato alla luce ciò che succedeva con le grandi opere a livello italiano e che ha coinvolto anche, tramite le intercettazioni, le speculazioni avvenute nella trasformazione della E45, una strada provinciale in Umbria,  in autostrada. Sembra infatti che gli indagati siano stati indagati per induzionein debita nel dare utilità. E’ un reato che riguarda quegli amministratori pubblici che utilizzano il loro potere per indurre altri a dare promesse indebite a dei terzi.
Nel pomeriggio è stato diramato un comunicato stampa del Senatore Stefano Candiani, vice capogruppo della Lega  Lega Nord e responsabile della Lega Nord in Umbria, che commenta la vicenda.

“L’inchiesta della procura di Firenze ha tolto il velo su una vergogna che denunciamo da tempo. Il progetto di trasformazione della E45 in autostrada a pedaggio è osceno, solo un modo per lucrare con un’opera inutile e dannosa.

La E45 deve essere semplicemente riqualificata. Le intercettazioni purtroppo confermano il vergognoso quadro di speculazione creato da personaggi nell’orbita del Pd e quelli del sottobosco della finta opposizione che giustificava e trovava ragioni a questa inutile spesa pubblica, buona solo per ‘mangiarci sopra’.  Nel nostro programma abbiamo messo nero su bianco la nostra chiara posizione: riqualifica della E45 e giù le mani degli affaristi dalle opere pubbliche.

Tra le nostre fila ci sono i piccoli imprenditori, i cittadini e i pendolari che ogni giorno usano questa strada per lavorare, niente a che fare con gente come quella che man mano viene smascherata dall’indagine. Vogliamo cambiare l’Umbria, liberarla da questi affaristi con la forza dell’onestà”. In Umbria il prossimo 31 maggio si voterà per il nuovo consiglio regionale.

Ilaria Maria Preti
Autore Ilaria Maria Preti2225 Articoli
Sono per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Lavoro come Web Content Specialist per varie testate giornalistiche e blog. Oltre a cronaca Ossona, mi occupo della redazione di Zoom Milano (Zoommilano.it) e conduco l'ufficio stampa di Conflavoro Pmi Milano (conflavoro.mi.it). Ho scritto di politica, cronaca, turismo, ma anche di edilizia, tasse, assicurazioni, e persino di calcio.

Commenti e diritto di replica

Rispondi