Casorezzo si organizza per il Controllo di Vicinato

Casorezzo si organizza per il Controllo di VicinatoLa sicurezza dei nostri paesi è un problema. Con i tagli del governo Renzi non si riescono a organizzare le forze di polizia locale in modo ottimale e così i cittadini si organizzano da soli. Non chiamatele ronde, per carità.  Le ronde non sono legali, la materia è delicata e alle prefetture la parola ronde da fastidio.

In effetti, il controllo di vicinato non fa nè ronde nè organizza sorveglianza, però insegna ai cittadini a interessarsi di cosa succede intorno a loro, ad alzare il livello di attenzione, aiuta a mantenere degli stretti contatti con le forze dell’ordine e offre consulenza e formazione.

L’amministrazione di Casorezzo ha deciso di appoggiare e promuovere l’iniziativa e la creazioni di gruppi di cittadini che  e ha invitato i cittadini a prendere parte alla riunione che presenterà il progetto e che si svolgerà nella sala politvalente di via Einaudi 3  ( sotto le scuole) a Casorezzo il prossimo 26 marzo alle ore 21, subito dopo il consiglio comunale, n. Il progetto del controllo di vicinato sarà presentato da Walter Valsecchi e Marzia Facchinello, appartenenti all’associazione “Controllo di Vicinato” e parteciperà il comandante della polizia locale di Casorezzo e di Ossona Carmine Perri.

Al Controllo di vicinato anche una delegazione di Ossona

Sapendo della riunione organizzata a Casorezzo, anche una delegazione di cittadini di Ossona si recherà a Casorezzo per ascoltare la proposta presentata. Ossona e Casorezzo hanno infatti una convenzione di comando unico per la polizia locale. Mentre a Casorezzo l’organizzazione e la proposta del Controllo di Vicinato arrivano dall’amministrazione comunale, che appoggia l’iniziativa e si propone di sostenerla, a Ossona la richiesta arriva dai cittadini, in quanto nemmeno dopo i recenti gravissimi fatti accaduti in settimana, l’amministrazione comunale ha fatto dei passi per migliorare la sicurezza del paese.

 

Ilaria Maria Preti
Chi sono Ilaria Maria Preti 2265 articoli
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Lavoro come Web Content Specialist per varie testate giornalistiche e blog. Oltre a cronaca Ossona, mi occupo della redazione di Zoom Milano (Zoommilano.it) e conduco l'ufficio stampa di Conflavoro Pmi Milano (conflavoro.mi.it). Ho scritto di politica, cronaca, turismo, ma anche di edilizia, tasse, assicurazioni, e persino di calcio.