Abbiamo un palo in piazza… non si sa cosa protegge

Abbiamo un palo in piazza... non si sa cosa proteggeOssona è un paese strano e fra le sue stranezze c’è anche in palo in piazza Litta, che tiene sotto controllo la situazione. No, non è un palo della luce, è un palo palo.  Si tratta di un individuo, segnalato da parecchie persone, che, con fare circospetto, passa tutta la giornata a circumnavigare Piazza Litta con l’aria di tenere d’occhio qualcosa. Lo  sguardo è quello di una persona che si attende un attacco  feroce da un momento all’altro e con quegli occhi scruta l’aspetto  tutti quelli che entrano e escono dai portoni come se cercasse di indovinare con quale mano stanno per impugnare una pistola e sparargli.
” Non sappiamo chi sia. Da qualche mese staziona da queste parti, in piazza Litta, un po’ davanti a un bar un po’ di fronte ad un portone. Non si sa cosa stia sorvegliando, ma chiaramente sorveglia qualcosa, o qualcuno. Quando passa la macchina dei carabinieri, li  vede arrivare e si volta  con la faccia verso il muro. Tutto è molto plateale”.

Il palo…

“Non parla con nessuno. Sta lì, e scruta tutti quelli che entrano e escono dai cortili, specialmente da uno. Forse non parla neppure l’italiano. In un primo tempo pensavamo fosse qualcuno con dei problemi, ma non sembra essere così. E’ più che presente a sè stesso. Fa il palo e sorveglia qualcosa, come un animale pronto all’attacco, o alla difesa.”

“Ci si fa delle domande a cui non si riesce a dar risposta. Ma cosa sta succedendo ad Ossona? Nell’ultimo anno abbiamo visto succedere di tutto. Adesso anche questa storia. Non si sa che cosa possiamo aspettarci.”
Queste sono solo alcune delle frasi delle persone che hanno segnalato ciò che succede in piazza Litta.

La presenza del palo non è la sola cosa strana che succede ultimamente in piazza Litta. Più di una volta, nell’ultimo anno e mezzo, sono infatti arrivate segnalazioni della presenza di spacciatori di stupefacenti, anche giovanissimi, (sotto i 14 anni per intenderci) mandati avanti da adulti irresponsabili e che fornirebbero stupefacenti ad altri ragazzini della stessa età. Se ci fosse stata una sola segnalazione si potrebbe pensare al pettegolezzo di paese, ma ormai le segnalazioni sono praticamente giornaliere e io stessa ho potuto osservare lo stranissimo atteggiamento del palo in piazza Litta. Certo che non è facile vivere a Ossona, ultimamente.

 

 

Ilaria Maria Preti
Chi sono Ilaria Maria Preti 2276 articoli
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Lavoro come Web Content Specialist per varie testate giornalistiche e blog. Oltre a cronaca Ossona, mi occupo della redazione di Zoom Milano (Zoommilano.it) e conduco l'ufficio stampa di Conflavoro Pmi Milano (conflavoro.mi.it). Ho scritto di politica, cronaca, turismo, ma anche di edilizia, tasse, assicurazioni, e persino di calcio.