Sembra che Altomilanese faccia collezione di denunce per diffamazione

Sembra che Altomilanese faccia collezione di denunce per diffamazioneTurbigo – Il settimanale Altomilanese sta facendo incetta di notizie, ma non giornalistiche. Sembra che si sia proposto di collezionare “notizie di reato”. Infatti, alle numerose denunce per diffamazione a mezzo stampa che sono rivolte verso il settimanale del Magentino si è aggiunta anche quella annunciata dell’amministrazione comunale di Turbigo che ha pubblicato sul suo sito internet  due comunicati stampa: il primo è firmato dagli impiegati del Comune, l’altro dall’amministrazione comunale. Il fatto è legato ad alcuni articoli che Altomilanese ha pubblicato.

“Abbiamo denunciato alla Magistratura il giornale l’Altomilanese per il reato di diffamazione” recita il comunicato stampa dell’amministrazione comunale. “I recenti articoli che associano la gente di Turbigo, i dipendenti del Comune e gli Amministratori ai gravi fatti di Mafia Roma Capitale sono gravissimi e inaccettabili. Da molti mesi il giornale l’Altomilanese (gestito non da persone turbighesi) sta pubblicando affermazioni che riportano notizie false, diffamanti e meschine. Questo atteggiamento danneggia Turbigo e tutti i turbighesi, oltre a diffamare l’onesto lavoro degli amministratori e dei dipendenti comunali.”

Turbigo contro Altromilanese

Il comunicato dell’amministrazione comunale di Turbigo continua con frasi molto forti. “Adesso basta!” scrive l’amministrazione comunale. “Nel rispetto della libertà di stampa, scrivere falsità e calunnie per fare scalpore e vendere qualche copia in più del giornale è inaccettabile. E’ inaccettabile perché si fanno buttar via soldi ai cittadini per leggere notizie false al posto di informazioni corrette. E’ inaccettabile perché è profondamente ingiusto diffamare persone che lavorano onestamente.”

Denuncia ad Altmilanese? Mettetevi in fila

Che cosa dire all’amministrazione comunale di Turbigo? Beh, avete ragione, ma mettevi in fila. Altomilanese ha collezionato un tale numero di denunce per diffamazione da far invidia a qualunque altro giornale: l’ho denunciato io per la campagna diffamatoria nei miei confronti l’anno scorso, lo ha denunciato l’assessore regionale Mantovani, se non sbaglio lo hanno denunciato anche degli aderenti ad una associazione religiosa, e poi c’è la mia ultima querela, che è in via di lavorazione, per avermi dato della ladra, settimana scorsa. La risposta di Altomilanese e dei suoi due ultimi direttori è sempre la stessa: non smettono di pubblicare cavolate e notizie diffamatorie e non pongono riparazione ai loro errori. Sembra si sentano protetti da “entrature particolari” e sono così arroganti da avere il coraggio di affermare che l’hanno sempre vinta. Hanno insomma atteggiamenti  da vero spregio della giustizia. All’insieme, già grave, si aggiunge è anche il  modo di tentare di impaurire chi è stato vittima delle loro diffamazioni e osa lamentarsene. Un fastidiosissimo modo di far pressione che chi scrive di voler combattere le associazioni malavitose dovrebbe vergognarsi di usare. Lancio un’idea: tutti quelli che sono stati diffamati da Altomilanese potrebbero riunirsi in un comitato. Si risparmierebbe un sacco di tempo e si riuscirebbe a capire in che cosa consistono queste famose “entrature particolari” e come agiscono. (Fonte: sito internet del Comune di Turbigo)

Ilaria Maria Preti
Chi sono Ilaria Maria Preti 2253 articoli
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Lavoro come Web Content Specialist per varie testate giornalistiche e blog. Oltre a cronaca Ossona, mi occupo della redazione di Zoom Milano (Zoommilano.it) e conduco l'ufficio stampa di Conflavoro Pmi Milano (conflavoro.mi.it). Ho scritto di politica, cronaca, turismo, ma anche di edilizia, tasse, assicurazioni, e persino di calcio.

9 Commenti

  1. come spesso accade la signora preti non perde occasione per scrivere inesattezze. l’altomilanese ha sempre vinto nelle cause di diffamazione che gli sono state intentate non per ‘particolari entrature’ ma perché i giudici hanno riconosciuto che non ha diffamato nessuno. forse la signora preti si è innervosita dopo la doppia vittoria nella causa per diffamazione intenta con esito negativo (per lei) dalla sua collega di partito helga giordano: se ne faccia una ragione perché i giudici hanno assolto il sottoscritto sia a milano sia a biella. è questa è solo l’ultima di una lunga serie di assoluzioni. tutto ciò è intimidatorio? ma non facciamo ridere… su turbigo non vale la pena di perdere tempo per un volantino, quello sì diffamatorio, spedito nelle case a spese dei turbighesi. non vale la pena di perdere tempo perché i nostri legali hanno già avviato una causa penale per diffamazione e una causa civile risarcitoria nei confronti sia del sindaco sia di tutti i componenti della giunta turbighese. saranno poi i guidi a stabilire chi ha ragione. noi siamo sereni, forse altri lo sono meno.

  2. a proposito di inesattezze.. sa che mi sono informata? Helga Giordano non ha più la tessera della Lega nord da due o tre anni. Probabilmente da prima delle vostre diatribe che sinceramente non mi riguardano.
    D’altra parte però nei miei confronti chi ha sempre attaccato senza ragione e con molte balle, sostenute da molte prove, siete voi. Io mica vi sono mai venuta a cercare, anzi, ve l’ho sempre detto chiaramente che non ero mai stata espulsa, come vi ho detto subito che quelle che avete scritto adesso oltre ad essere balle erano molto offensive.
    Posso anche capire che tra altomilanese e internet non ci sia molta sintonia, ma che un giornalista non sappia fare una ricerca facilissima con un whois e stabilire la fondatezza di una notizia, oppure magari chiedere alla controparte la sua versione prima di scrivere cose ben poco professionali e infamanti è grave. Mi avete dato della ladra.

    E anche questo modo poi, di intervenire sulle pagine della “concorrenza” , mica mi sembra molto … non trovo il termine giusto,, aiutatemi un po’… ha a che fare con la correttezza professionale,

  3. sinceramente non considero un blog ‘concorrenza’. e poi, se non sbaglio, i commenti sono liberi sul suo blog. altrimenti potrebbe renderli soggetti a moderazioni di vario tipo. comunque signora preti, io le ripeto che siamo a disposizione per sue eventuali dichiarazioni o precisazioni e le riporteremo fedelmente. altrimenti ognuno è libero di agire come crede e nelle sedi che crede. accettando ovviamente le conseguenze che ciò comporta. o forse avvalersi di studi legali di alto livello, come da sempre fa ‘l’altomilanese’, è ‘intimidatorio’?

  4. Per il resto.. si è intimidatorio. La giustizia non è una questione di vvocati e se una persona fa la voce grossa sbandierando avvocati che sanno stravolgere la verità davanti ai giudicie epoi minaccia di rivolgere contro la vittima lo stesso sistema, è intimidatorio. cos’che mi avevate detto? che i vostri avvocati avrebbero sostenuto e vinto la causa contro di me e che sarei stata condannata perchè io con la mia calma istigo gli altri a insultarmi, giusto? E questo non è un tentativo di intimidazione?
    Ripeto, poi, questa volta mi avete dato della ladra. La riparazione al danno ( e me ne avete fatti molti) dovrebbe essere di moto vostro, non una disponibilità generica e nemmeno reale in quanto mi hano già detto ( io non ho anocra letto) che anche questa settimana avete continuato…

  5. ma scusi preti, lei ha la macchina del tempo? il giornale di questa settimana uscirà domani… per il resto, le ribadisco la disponibilità a dar voce alle sue opinioni sulle nostre pagine.

  6. non crederà mica che mi precipiti al venerdì a comprare altomilanese , vero? mi fanno trovare i ritagli del giornale nella cassetta della posta, quindi per me l’altomilanese di questa settimana è quello in edicola questa settimana. Ribadisco che io non muoverò un dito di moto mio.Se non spendo i soldi per comperare il gironale figurarsi se li spreco a telefonare. tocca a voi riparare a quanto fatto. in un modo o nell’altro.

Commenti chiusi.