Corsico, la Lega Nord denuncia la violenza verbale di Sel sinistra ecologia e libertà

Corsico, la Lega Nord denuncia la violenza verbale di SELLo scorso 14 dicembre , durante la gazebata nazionale che ha portato i militanti delal Lega nord a preparare dei gazebo su tutto il territorio della Lombardia a Corsico è stato distribuito un volantino che rispondeva ad una iniziativa simile effettuata dal Collettivo Controvento di Corsico alla vigilia della manifestazione della Lega Nord dello scorso 18 ottobre contro l’immigrazione irregolare. Un Volantino del Collettivo Controvento, cui hanno aderito anche Sinistra, Ecologia e Libertà ( Sel ) zona sud ovest, rifondazione comunista, la sinistra di Corsico e la lista Tsipras sempre di Corsico, distribuito per le vie di Corsico e che accusava falsamente la Lega Nord di essere fascista, razzista e di molti altri gravi fatti.

La Lega Nord di Corsico in un primo momento ha preferito tacere, ma dopo quanto successo al segretario federale Matteo Salvini  a Bologna a novembre e dopo che ci si è resi pienamente conto che la strategia politica di questo genere di sinistra mirava a tentare di criminalizzare la Lega nord e a cercare di spingere, con le parole, i più instabili emotivamente fra il loro aderenti ad attaccare fisicamente gli esponenti della lega nord, tentando ( per forutuna  senza riuscirci del tuto) di instaurare un clima da caccia alle streghe, ha deciso di distribuire un volantino con le loro considerazioni.Eccovene il testo. Nella foto invece, trovate il testo del volantino distribuito da Sel e da rifondazione comunista di Corsico.

In merito al volantino distribuito dal collettivo CONTROVENTO in via Cavour a Corsico, in data 17 ottobre 2014, sottoscritto da forze politiche quali Rifondazione Ccomunista e Sinistra, Ecologia e Libertà ( Sel ), nel quale si tenta con parole violente e pericolose di accusare il movimento Lega Nord di politiche Razziste, riteniamo doveroso sottolineare alla cittadinanza di Corsico che chi accusa la Lega Nord di razzismo lo fa in maniera capziosa e superficiale in quanto non è in grado, per oggettiva incapacità, e miopismo ideologico, di dare risposte politiche serie ad un problema, quello dell’ organizzazione dei flussi migratori, che sta alimentando nel nostro paese preoccupanti fenomeni di intolleranza e discriminazione, che i sottoscrittori del volantino fanno volutamente finta di non vedere.

I cittadini di Corsico devono sapere che il movimento Lega Nord, a dimostrazione palese e inequivocabile che il problema “immigrazione fuori controllo” non è per noi di natura razziale, bensì di natura sociale, ha come responsabile della politica per l’immigrazione un immigrato regolare nigeriano residente da 20 anni in Italia e che, come tanti altri immigrati regolari, è dal movimento Lega Nord, considerato una risorsa, per il paese, come peraltro più volte dichiarato dal nostro segretario federale Matteo Salvini. La nostra battaglia politica non riguarda assolutamente il colore della pelle di qualcuno, bensì riteniamo, in un paese colpito dal 44% di disoccupazione giovanile, dal 13% di disoccupazione generale e da una congiuntura economica difficile e senza fine, che i costi sociali legati all”immigrazione indiscriminata e senza controllo avvenuta dopo l’abolizione del reato di clandestinità, tolgano fisiologicamente risorse da destinare all’aiuto degli italiani in difficoltà. Solo chi è in palese malafede e intriso di supponenza ideologica può fraintendere il significato dello slogan Prima gli italiani; basta prendere un qualsiasi dizionario infatti, per comprendere che con la definizione di italiano si intende “nativo o abitante dell’ Italia !!!

Rimarchiamo altresì che più volte abbiamo dichiarato che tutti coloro che ottengono lo status di profugo hanno il diritto di essere aiutati, sottolineando però che dati alla mano sono oggettivamente pochi, circa il 10% quelli che lo ottengono. Infine permetteteci di ribadire con viva preoccupazione alle forze politiche firmatarie del volantino che la violenza verbale ivi contenuta è molto pericolosa e rischia di essere la giustificazione di eventuale aggressioni ai rappresentanti della Lega Nord sul territorio, delle quali moralmente dopo la sottoscrizione di quel volantino dovrete farvene carico.

Ilaria Maria Preti
Autore Ilaria Maria Preti2223 Articoli
Sono per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Lavoro come Web Content Specialist per varie testate giornalistiche e blog. Oltre a cronaca Ossona, mi occupo della redazione di Zoom Milano (Zoommilano.it) e conduco l'ufficio stampa di Conflavoro Pmi Milano (conflavoro.mi.it). Ho scritto di politica, cronaca, turismo, ma anche di edilizia, tasse, assicurazioni, e persino di calcio.

Commenti e diritto di replica

Rispondi