Scoperta lettera segreta di Sergio Garavaglia

Scoperta lettera segreta di Sergio Garavaglia Qui a Cronaca Ossona abbiamo avuto uno scoop. Siamo riusciti ad avere, con un incredibile colpo di fortuna, una lettera privata di Sergio Garavaglia (e del Gruppo consigliare di Siamo Ossona)  che incredibilmente ha sbagliato indirizzo e invece di mandarla in alto loco, l’ha mandata ad un suo amico che non ci ha pensato due volte prima di consegnarcela. E’ una lettera scritta e autografata di suo pugno e, come si dice in questi casi, ambasciator non porta pena e il Diritto di Cronaca quanto il Diritto di Informare e ad Essere Informati dei cittadini vien prima della privacy degli uomini politici. Eccovi quindi il testo della lettera di Sergio Garavaglia.

Caro Babbo Natale, scriviamo a te per non disturbare Gesù’ Bambino che continua ad amarci nonostante tutto. A lui non possiamo chiedere di aiutarci, per soli dieci minuti, prendendo il posto di Sua Maestà Rag. Marino e della sua maggioranza, variopinta e nullafacente, chiamata a governare per l’ undicesimo anno consecutivo il nostro povero comune. Noi non ce la facciamo a fare gli indiani. Cioè non riusciamo proprio, per propri miserrimi interessi di bottega, a fingere di non ascoltare quello che sentiamo in paese: far finta di non capire, di non sapere, di non vedere o, peggio, non interessarci della cosa pubblica. Sua Maestà riceve i villici un’ora a settimana, dalle 12 alle 13 di Giovedì. I suoi Assessori nemmeno quella. A Ossona il confronto democratico ci è negato. Siamo stufi di correggere le loro Delibere, di vedere il paese in via di disfacimento. La Piazza sembra appena uscita da un bombardamento durante l’ultima guerra mondiale e loro non se ne accorgono. Caro pacioso Babbo con questa lettera ti chiediamo una delle seguenti cose. Apri occhi e orecchie a sua Maestà così che prenda atto del disastroso stato del paese. Oppure, se questo ti è impossibile, fai almeno in modo che inciampino mentre camminino, che gli si allaghi la loro cantina, che diminuiscano le tasse, che aiutino le persone bisognose. Se anche questo ti è impossibile fai in modo che, per soli dieci minuti, i lor signori ci lascino i loro posti. Dieci minuti, giusto per agire sul Bilancio e sistemare due o tre piccole cose per il Paese. Per riportare speranza e posti di lavoro con semplici incentivi , per progettare il futuro dei nostri ragazzi con i fondi per la scuola ed Expo, per rilanciare e sistemare la nostra Ossona. Dai, Babbo Natale, non sarebbe un bel modo per augurare ai nostri cittadini un sereno 2015? Sergio capogruppo di minoranza SiAmo Ossona.

Ilaria Maria Preti
Autore Ilaria Maria Preti2223 Articoli
Sono per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Lavoro come Web Content Specialist per varie testate giornalistiche e blog. Oltre a cronaca Ossona, mi occupo della redazione di Zoom Milano (Zoommilano.it) e conduco l'ufficio stampa di Conflavoro Pmi Milano (conflavoro.mi.it). Ho scritto di politica, cronaca, turismo, ma anche di edilizia, tasse, assicurazioni, e persino di calcio.

Rispondi