Tante firme a Busto Garolfo contro la chiusura del Centro Sociosanitario

L’ospedale di Legnano vuole chiudere gli ambulatori che effettuano visite mediche all’interno del centro sociosanitario di Busto Garolfo.

Busto-Garolfo-300 Tante firme a Busto Garolfo contro la chiusura del Centro Sociosanitario Piazza Litta (Ossona) Prima Pagina   %Post Title, %Image Name, %Post CategoryAttualmente il Centro permette di effettuare a rotazione diversi tipi di esami clinici sangue oculistica e diabetologia e tutti i servizi ospedalieri con visite specialistiche e esami, come le misurazioni per l’osteoporosi e i prelievi per gli esami del sangue, ed è aperto tutti i giorni. Al centro gestiscono tutti i malati di diabete, che necessitano di visite periodiche, di Busto Garolfo. La notizia è arrivata all’improvviso: qualche tempo fa era stata ventilata, ma non si pensava a una decisione così repentina che parla di chiusura con la fine del 2014.
L’annuncio della chiusura è stato dato dal Sindaco di Busto Garolfo durante un Consiglio comunale e riguarderà solo gli ambulatori di medicina.

Al centro sociosanitario solo i servizi ASL

Sl Centro ociosanitario rimarranno disponibili solo i servizi organizzati dalla ASL. L’ospedale di Legnano sostiene che il centro è sottoutilizzato e che lo scorso anno ha assistito solo 800 persone, cioè 3 ogni giorno. Troppo poche per giustificarne l’esistenza. La gente di Busto Garolfo, però, non è d’accordo: “Se fosse vero che non è utilizzato, perchè c’è una lista di attesa e danno gli appuntamenti per gli esami del sangue alla metà di dicembre?” dicono.

Nuovi orizzonti di Libertà raccoglie le firme

Contro questa decisione è iniziata una raccolta firme. Coordinata dal gruppo consigliare d’opposizione Nuovi orizzonti di Libertà ha presto coinvolto tanti altri cittadini sensibili alla questione. La richiesta è quella di non chiudere il centro socio sanitario. Un banchetto per la raccolta firme era presente alla Fiera Autunnale di Busto Garolfo nel pomeriggio di domenica 23 novembre. Nei 10 minuti che sono rimasta nei pressi del banchetto di raccolta firme ho visto raccogliere quasi 200 firme. Ognuno dei firmatari presentava la carta di identità. Una lunga fila di persone concedevano le loro Firme autentiche. Dimostrano la decisa volontà dei residenti di Busto Garolfo, ma anche dei paesi confinanti, di tenere aperto il centro medico. Altre 300 firme erano stata raccolte dopo la Messa domenicale. Le firme saranno raccolte anche nelle prossime domeniche davanti alla Chiesa parrocchiale. Si prepara, quindi, una battaglia.

Cristina Borsa: notizia troppo fresca, ma preferiamo informare

Culture digitali

Cristina Borsa, consigliere comunale di Nuovi Orizzonti di Libertà, ci racconta cosa è successo “ “Non abbiamo ancora presentato nulla perchè la notizia è freschissima. E’ arrivata solo da un paio di giorni. Abbiamo preferito partire subito con la raccolta firme. Il sindaco ha detto, in consiglio comunale, che il Centro Socio Sanitario, sarebbe stato chiuso a fine anno e che l’Amministrazione avrebbe provveduto a fissare degli incontri con l’ospedale per capire come procedere. Noi abbiamo preferito informare i cittadini mettendoci a loro disposizione. Anche se il nostro è un gruppo politico, la raccolta firme non ha nessuna copertura politica, è senza simboli, perchè la chiusura del Centro Socio Sanitario un problema che, a Busto Garolfo,riguarda tutti”.

Ilaria Maria Preti
Ilaria Maria Preti 2745 Articoli
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio RPL

Repliche, rettifiche, commenti e risposte

Rispondi, rettifica o replica