A Ossona il taglio dell’erba da’ piu’ risalto al pattume (video)

A Ossona il taglio dell'erba fa risaltare la spazzaturaEsiste ancora la provincia di Milano? Anche adesso che c’è la città metropolitana? Pare di Si. Il cambiamento ha riguardato solo la parte politica, mentre la parte tecnica è rimasta immutata. L’ho scoperto perché in questi giorni stanno procedendo con il taglio dell’erba lungo le strade, per manutenzione ordinaria.  Anche la via Nino Bixio finalmente, dopo mesi, ha ricevuto un po’ di cure. Solo che il taglio dell’erba ha portato allo scoperto tutta la maleducazione delle persone che  passano lungo la via che porta  da Casorezzo a Ossona e viceversa. Il taglio dell’erba ha portato alla luce una serie di reperti che probabilmente se ne stavano sepolti da mesi e ora giacciono i bella vista lungo il ciglio della strada: lattine, cartacce, bottiglie di plastica, detriti edili e sacchetti della spazzatura. C’è di tutto! E’ un vero peccato perché le campagne, o le vigne come si chiamano a Ossona, da un lato e dall’altro della strada provinciale sono frequentate da daini, conigli selvatici, ricci, volpi e altri animaletti che potrebbero avere dei grossi danni se dovessero inghiottire le cose lasciate o tagliarsi con vetri e lattine. Gettare le proprie immondizie dal finestrino è proprio segno di grandissima inciviltà.

In viale Europa invece il taglio dell’erba tocca al Comune di Ossona. Non siamo riusciti a capire, però, perchè la tagliano da un lato solo, come se viale Europa avesse un lato A e un lato B, uno degno di essere tenuto bene  uno che può anche fare pena. Fatto sta che, mentre dal lato verso il paese l’erba è stata tagliata, sul lato verso il cimitero, nonostante le rimostranze degli abitanti, è rimasta alta e fradicia.

Spicca, come una perla nel trologo, la piccola aiuola di via 4 giugno che quache anno fa su sistemata da un volontario che ora non è più tra noi, Tonino Garavaglia. Lì la natura si comporta in modo ordinato: i fiori crescono, fioriscono, l’erba sembra non crescere mai oltre un certo punto. Come diceva Tonino. “Se le sai sistemare bene, e le curi nel modo giusto per qualche anno, poi le piante e la natura fanno da sole e non c’è più bisogno neppure di tagliare l’erba. Se non parti bene dall’inizio, e sbagli,  non si riesce a stargli dietro”. Sembra che questo concetto possa essere applicato anche a Ossona: tanti anni di malgoverno hanno lasciato il segno anche nelle erbacce che crescono lungo le vie e nella mentalità della gente che ancora adesso butta la pattumiera dal finestrino dell’automobile.e scarca le macerie a lato strada.

[youtube s-R044-nbnU]
Ilaria Maria Preti
Chi sono Ilaria Maria Preti 2276 articoli
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Lavoro come Web Content Specialist per varie testate giornalistiche e blog. Oltre a cronaca Ossona, mi occupo della redazione di Zoom Milano (Zoommilano.it) e conduco l'ufficio stampa di Conflavoro Pmi Milano (conflavoro.mi.it). Ho scritto di politica, cronaca, turismo, ma anche di edilizia, tasse, assicurazioni, e persino di calcio.