Rissa al quartiere nord di Castano Primo. Agisce la Lega nord

Rissone al quartiere nord di Castano Primo. Agisce la Lega nord

Da Castano Primo le notizie che riguardano la sicurezza sono sempre più allarmanti. Sembra infatti, ma non è ancora stata data la conferma ufficiale, che ieri, nel tardo pomerigio,  nel Quartiere Nord  vi sia stata una rissa di proporzioni tali da far intervenire ben tre pattuglie dei carabinieri per sedare gli animi.

Pubblicità

Rissone al quartiere nord di Castano Primo. Agisce la Lega nordNonostante le botte da orbi distribuite, però, pare che i contendenti abbiano preferito leccarsi le ferite da soli e nessuno sia andato all’ospedale a farsi medicare. Non sono intervenuti nè soccorritori delle ambulanze nè medici a medicare i contusi. Forse è stata, quindi, un’allegra scazzottata fra amici, e i carabinieri sono arrivati solo perchè chiamati da qualcuno cui dava fastidio il rumore prodotto dalle nocche delle dita che colpiscono le ossa.
Da quello che si mormora a Castano Primo sembrerebbe che i due gruppi che si sono fronteggiati fossero composti uno da ragazzotti residenti a Castano Primo e l’altro da pakistani residenti da meno tempo o appena arrivati. Su profili Facebook dei residenti di Castano Primo sono apparsi dei commenti all’episodio che cercavano delle motivazioni al rissone in strada.
C’è chi parla di interessi conflittuali in alcuni affari, in cui i contendenti non erano d’accordo sui risultati della contabilità che andava quindi regolata.

Pubblicità

Altri, invece, parlano di gruppi che hanno cercato di sistemare le questione legata alla sicurezza a modo loro, facendosi una giustizia sommaria e solitaria che non ha però visto d’accordo il gruppo dei pakistani. Insomma, a Castano Primo la gente fa ancora fatica a parlare.  La paura e la prudenza giocano un ruolo importante  insieme alla poca voglia di essere coinvolti in cose che, generalmente non vedono coinvolte le persone oneste. C’è inoltre l’ingenua speranza che ciò che non si vede, non si testimonia ed è difficile da affrontare, sparisca da solo. Sono fatti degli altri, non nostri, sembrano pensare alcuni.
In questo panorama confuso c’è una sola luce. La Lega nord ha presentato ai cittadini 5 proposte da attivare e che le porterà man anno in consiglio comunale cercando di ottenere dalla maggioranza la loro approvazione. Si tratta delle proposte scritte nel volantino distribuito alla stazione. I leghisti propongono di istituire il registro dei volontari civici per la sicurezza, di aprire un numero verde comunale per le segnalazioni, di istituire convenzioni comunali con gli istituti di vigilanza, di usare la politica per ottenere la messa in sicurezza le aree dismesse e di fare in modo che dei Vigilantes siano presenti alla stazione di Trenord. Dall’amministrazione a tale proposito, non abbiamo ancora avuto notizie.

Pubblicità

gt consulting di Manuele Trentarossi

Commenti Facebook
Pubblicità
  • Vittoria acconciature ed estetica

  • Bed & breakfast La Scala a Rho

  • gt consulting di Manuele Trentarossi

Giorgio Sperelli
Giorgio Sperelli 11 Articoli
Abito a Castano Primo da qualche anno. Sono fuggito dal caos e dall'insicurezza della grande città per cercare la tranquillità. Non voglio più scappare. Adesso, scappino gli altri.

Repliche, rettifiche, commenti e risposte

Scrivi qui cosa ne pensi, rettifica, replica, aggiungi, ecc. ecc.