Il Pd di Pregnana Milanese ama Renzi ma preferisce il Papa

Il Pd di Pregnana vuol bene a Renzi, ma preferisce il papaA Pregnana Milanese, nella bellissima piazza di Pietro e Paolo, girato l’angolo della scuola materna c’è la bacheca pubblica del Partito democratico. Il PD Pregnanese la riempie con i volantini sulle iniziative che organizza e c’è davvero da rimanere affascinanti. Tra due copie dell’Unità che riportano, l’Unità è morta e l’unità è Viva, in una sequenza che richiama immediatamente alla mente la famosa canzone di Francesco De Gregori, “Hanno ammazzato Pablo, Pablo è vivo”, c’è il manifesto che annuncia un convegno dal titolo particolare: “Papa Francesco e la politica italiana “.  Sulla bacheca, di seguito, c’è il volantino che invita a iscriversi al PD.

Bisogna fare i complimenti al circolo del PD per la scelta comunicativa assolutamente perfetta nella sequenza di messaggi subliminali: prima per l’appunto la fine dell’Unità sottolineata dalla canzone più criptica di Francesco de Gregori che non si sa bene se sia dedicata alla morte di Pablo Neruda o ad un emigrante spagnolo morto in Svizzera, ma che nel contempo stesso fa polemica con la dirigenza del partito per la chiusura dello storico giornale politico, organo ufficiale del PD, ricordando bene a tutti la sua chiusura.

A seguire l’annuncio del convegno su Papa Francesco. E’ notizia di qualche giorno fa polemica fra Matteo Renzi e la Cei, con monsignor Galatino che lo ha bachettato dicendogli, da palco: “Renzi, basta slogan, ridisegna la riforma fiscale!” invitandolo chiaramente ad abbassare le tasse. D’altra parte al PD piace molto invece la politica di papa Francesco sull’immigrazione.

Stupìto, come tutti, è anche il consigliere comunale della Lega Nord Marco Soldi che, a proposito dell’incontro pubblico su Papa Francesco, sulla sua pagina Facebook esclama:  ” I tempi cambiano e cambiano anche le persone … INCONTRO PUBBLICO ORGANIZZATO DAL PD PREGNANESE SU PAPA FRANCESCO …uhm…bravi.”

In effetti, la suspence su quello che l’on. Franco Monaco, deputato del gruppo del PD, dirà in quella conferenza è alta. Prenderà le difese di Matteo Renzi e parlerà dei poteri forti che hanno tentato di far cadere il governo Renzi e delle ingerenze del Vaticano nella politica italiana oppure parlerà della bontà della politica immigrazionista del governo Renzi e di Mare Nostrum, sostenendone le tesi usando ad hoc la pietà cristiana espressa da Papa Francesco?

Ed ecco la chicca. Mi scuso in anticipo per la mia malizia ma ho visto quel volantino che promuoveva l’iscrizione al partito democratico proprio poco prima di sapere della polemica di oggi per cui il PD avrebbe perso ben 400mila iscritti su 500mila e dell’attacco di Bersani a Matteo Renzi in quanto quest’ultimo non è solo capo del governo, ma anche segretario del PD. Fra i compiti di un segretario di partito c’è anche la cura del tesseramento.  Insomma è come se, dopo l’Unità e il convegno su Papa  Francesco, il PD di Pregnana milanese dicesse ai pregnanesi: “E, adesso, dopo tutto questo: iscrivetevi al PD, se ne trovate il coraggio!”.

Ilaria Maria Preti
Chi sono Ilaria Maria Preti 2253 articoli
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Lavoro come Web Content Specialist per varie testate giornalistiche e blog. Oltre a cronaca Ossona, mi occupo della redazione di Zoom Milano (Zoommilano.it) e conduco l'ufficio stampa di Conflavoro Pmi Milano (conflavoro.mi.it). Ho scritto di politica, cronaca, turismo, ma anche di edilizia, tasse, assicurazioni, e persino di calcio.