Ossona ha un consiglio comunale psichedelico

Ossona ha un consiglio comunale psichedelico A Ossona ieri sera si è svolto il consiglio comunale di settembre con la prima variazione del bilancio provvisorio, che ha visto, fra le altre cose  il prelievo dal fondo di riserva, quello che non dovrebbe mai essere toccato, per 4 mila euro, da destinare al campo di calcio. Lo si può definire un consiglio comunale psichedelico perchè sono state dette cose che sembravano uscite dal film Memento. L’assessore alla sicurezza Monica Porrati ha letto, invece della sua relazione sugli equilibri del bilancio, quella del vicecomandante Pianura, comprendendo anche l’intestazione competa di nome e cognome ( Si! ha proprio detto “relazione sulla sicurezza di Francesco Pianura); quindi l’assessore al territorio Monno che elenca una per una tutte le manutenzioni ordinarie compresa la lavatura delle tende della scuola media ( avrà usato l’ammorbidente?); un consigliere ha letto la relazione sul diritto allo studio a velocità macchinetta di cui non si è capito niente e che poi ha anche chiesto se leggeva troppo veloce e altre cose simili. La cosa più psichedelica di tutte è stata al relazione dell’assessore Monno che leggeva una frase e poi spiegava l’esatto contrario. Infine si è aggiunto, come al solito Il consigliere Gilberto Rossi che ha fatto discorsi assolutamente psichedelici; Non ha concluso nessuna delle frasi che ha iniziato, troncandole a metà, con versi e gesti delle mani,  per cominciare subito dopo un’altra frase che non aveva nessun nesso logico comprensibile con la frase precedente. Non sapremo mai cosa voleva dire, mentre sventolava il volantino distribuito dall’amministrazione (forse).

Fra tutte queste follie da mal di testa,  due cose, invece, sono state assolutamente indecentemente chiare: la prima riguarda la convocazione del consiglio comunale nello stesso giorno di una richiesta scandalosa del proprietario della corte Berra, fatto che però merita un articolo apposito perchè va spiegata bene bene. L’altra riguarda invece il campo sportivo e il motivo per cui si è dovuto ricorrere al Fondo di Riserva. Il motivo per cui si è dovuto ricorrere al fondo di riserva, e fare una variazione al bilancio provvisorio (Scusate. è un lapsus fereudiano: intendevo scrivere bilancio preventivo), è che il campo da calcio sintetico, che era stato detto a manutenzione gratuita, in realtà costa circa 6mila euro ogni per l’integrazione della sabbia del riempimento, più altri 4 mila euro circa per riottenere, dopo ogni manutenzione, la riomologazione del campo da calcio stesso. Per un totale quindi di 10mila euro. Al momento in cui avevano stanziato il denaro per fare la manutenzione del campo da calcio, si erano dimenticati di inserire anche questa spesa, oppure, come capita spesso, non l’avevano inserita per evitare che il bilancio di previsione andasse in rosso. Ciò che sconvolge leggermente, rispetto a questa scelta di prelevare i 4mila euro dal fondo di riserva per le emergenze è che la convenzione con la cooperativa dell’ Ac Ossona avrebbe dovuto prevedere, per quanto era stato detto, che tutta le spese gravavano sul bilancio dell’Ac Ossona e che a fine anno il Comune si impegnava a pareggiare gli eventuali deficit di bilancio dell’associazione. Perchè quindi ora l’amministrazione preleva dal fondo di riserva una cifra che non compete a lei pagare, come non le compete neppure la manutenzione del campo, salvo poi arrivare a fine anno e integrare il bilancio dell’AC Ossona, se negativo?  E’ uno dei misteri amministrativi che cospargono la storia di Ossona.

Ilaria Maria Preti
Autore Ilaria Maria Preti2223 Articoli
Sono per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Lavoro come Web Content Specialist per varie testate giornalistiche e blog. Oltre a cronaca Ossona, mi occupo della redazione di Zoom Milano (Zoommilano.it) e conduco l'ufficio stampa di Conflavoro Pmi Milano (conflavoro.mi.it). Ho scritto di politica, cronaca, turismo, ma anche di edilizia, tasse, assicurazioni, e persino di calcio.

Rispondi