A Casorezzo, nasce la Pro Loco: parto difficile

A Casorezzo, nasce la Pro loco, ma è un parto difficilePro loco, un discorso aperto e controverso in paese. Martedì sera si è tenuta la riunione aperta a tutta la cittadinanza in merito a questo discorso. Un gruppo di persone ha proposto, appoggiata dall’attuale amministrazione, di provare a creare questa Pro loco. Idea amata ed odiata in paese.

L’affluenza è stata notevole, hanno risposto alla chiamata molti rappresentanti delle associazioni locali e molti cittadini. Ciò che è emerso nel corso della serata è che questa idea fa paura. A poco sono servite le parole di Lanfranco Garavaglia presidente della vicina Pro loco di Ossona, che ha tentato con la sua esperienza, di sfatare dei miti che gravitavano intorno a questa realtà.

Dopo un momento di attenta riflessione da parte dei presenti, che hanno ascoltato rapiti, i punti fondamentali dello statuto, sono iniziate le domande, che gravitavano tutte sul ruolo non più attivo delle Associazioni. L’idea di mantenere un regime totalitario e autoreferenziale, da parte delle associazioni, gli ha fatto perdere la ragione fondamentale della creazione di una realtà quale la Pro loco, che in tutti i paesi limitrofi esistente, da risultati, portando aggregazione e socializzazione all’interno dei Paesi.

Per provare a spiegare in breve il ruolo di una Pro loco, vi basti pensare ad una grande associazione, con più privilegi di quelle piccole, darebbe benefici in campo economico, visto che eviterebbe delle spese maggiori, oltre a fare da cassa di risonanza all’interno dei paesi limitrofi, attivando un tam tam che permetterebbe una maggiore affluenza.

La serata si è conclusa con altre piccole domande di carattere gestionale, tra cui fornire l’indirizzo email, per chi fosse interessato ad entrare nella creazione di questa realtà, e da parte dell’amministrazione, di aprire le porte della Biblioteca Comunale, per far le informazioni di base e per poter aderire. L’indirizzo email è: primogruppo.prolococasorezzo@gmail.com

Commenti e diritto di replica

Rispondi