Il pate’ di fegato alla milanese

patè di fegato milanese

Ricetta tipica del Natale, veniva preparata nelle famiglie della buona borghesia per arricchire gli antipasti che si servivano all’inizio del pranzo di Natale. Se preparato senza gelatina, il paté può essere congelato in porzioni da sgelare poi lentamente in frigorifero.

Il patè di fegato alla milaneseEcco gli ingredienti per il paté di fegato alla milanese: fegato di vitello a fettine  gr. 400; burro freschissimo  gr. 200; alloro, timo, maggiorana, Marsala secco, Cognac, sale, pepe, un litro di gelatina.
In una padella mettere una noce di burro con una foglia d’alloro e appena il burro è spumeggiante mettervi il fegato.
Cuocere a fuoco vivo per pochi minuti, irrorare con un bicchierino di marsala, far evaporare e togliere dal fuoco. Salare, pepare e lasciare raffreddare poi togliere l’alloro e passare il fegato nel mixer con il suo sughino.
Aggiungere a questo punto il burro ammorbidito (toglierlo da frigorifero almeno due ore prima), un pizzico di timo e uno di maggiorana, un goccio di Cognac e frullare sino ad ottenere un composto liscio e ben amalgamato.
Versare un terzo della gelatina nello stampo prescelto e farla solidificare in frigorifero, quindi versarvi sopra il paté livellandolo bene con una spatola.

Coprire con la gelatina rimasta e passare di nuovo in frigorifero sino al giorno successivo. Sformare solo  pochi minuti prima di andare a tavola. Servire con crostini caldi di pane in cassetta.

Daniela Mari Griner
Daniela Mari Griner 57 Articoli
Daniela Mari Griner è nata a Milano ma vive da sempre a Casorezzo. Si è sempre interessata di cucina, milanese e lombarda in particolare, grazie alle nonne, al nonno materno e ai genitori, mamma cuoca sopraffina e papà ottimo assaggiatore. Finito il liceo classico e iniziata l’Università, abbandona questa per dedicarsi alla sua passione, la cucina appunto, e ha la grande fortuna di venire assunta come redattrice nella più prestigiosa rivista di cucina “La Cucina Italiana”, allora sotto la guida delle mitiche sorelle Gosetti. Qui partecipa alla stesura delle ricette, sia innovative sia tradizionali, alla ricerca delle radici delle stesse e sviluppa la sua conoscenza della cucina di Milano e del territorio circostante, conoscenza e ricerca che proseguono anche dopo aver lasciato la rivista e che continuano nel tempo sino ai giorni nostri

Repliche, rettifiche, commenti e risposte

Scrivi qui cosa ne pensi