Angelina Jolie e Brad Pitt sposi (il vestito della sposa)

Angelina Jolie e Brad Pitt finalmente sposiCirca quindici giorni fa, a Chateau Miraval, in Francia, dove possiedono una casa, Angelina Jolie e Brad Pitt si sono uniti in matrimonio.  Il matrimonio è stato celebrato in sordina, per pochi intimi, su pressione dei loro figli. Il vestito della sposa era particolarmente originale e di gran classe, realizzato da Luigi Massi dell’ Atelier di Versace, e sul velo finissimo, lungo e che faceva anche da strascico erano stampati niente meno che i disegni dei loro figli.

Angelina Jolie è stata accompagnata all’altare dai suoi figli: Maddox di 13 anni e Pax di 10 le davano il braccio, mentre Zahara di 9 anni e Vivienne di 6 anni spargevano petali di rose al  suo passaggio. I Potatori degli anelli erano invece Shiloh, di 8 anni e Knox, d 6 anni e fratello gemello di Vivienne.

L’entrata in chiesa di Angelina è stata accompagnata dalle note di Here cames the bride, canticchiata in sottofondo da Brad , dai 20 ospiti e dai bambini, che non sempre son stati buoni: uno degli anelli è caduto e uno dei bambini ha scritto sul vestito la parola “sedere”.

Sono stati i bambini i veri protagonisti del matrimonio: hanno scritto le promesse che i genitori si sono scambiati, hanno preparato il pranzo di nozze con la collaborazione degli amici e la torta nuziale è stata cucinata da Pax.

“Abbiamo ricevuto un sacco di pressioni dai bambini” avrebbe risposto Brad quando gli è stato domandato come mai avevano anticipato il matrimonio “non avevamo capito quanto fosse importante per loro questo matrimonio. Inoltre, dopo il fidanzamento abbiamo scoperto quanto significasse anche per noi.” Inizialmente Angelina Jolie e Brad Pitt avevano detto che si sarebbero sposati quando  il matrimonio omosessuale sarebbe stato legale. Si vede che i loro figli non avevano molta fiducia nel verificarsi della considizione e così hanno deciso di forzare la mano ai due fidanzatini.

Alessandra Gornati
Autore Alessandra Gornati109 Articoli
Mi piace leggere, mi piace scrivere, ma amo la privacy. Vivo in un piccolo Comune dell'altomilanese, e questo mi condiziona. Si potrebbe dire che amo parlare di quello che capita agli altri, ma se parlano di me, mi sembra di mettermi in mostra e sono in imbarazzo. Pensa a me come ad una donna timida e invisibile, senza misteri ma molto ricca nell'anima. Quello che do al mondo, lo do con le mie parole.Cercami su Facebook Alessandra Gornati

Commenti e diritto di replica

Rispondi