Casorezzo su facebook, tra siepi e paletti maledetti

Casorezzo su facebook, tra siepi e paletti maledettiL’attenzione che la cittadinanza di Casorezzo ha per i problemi di manutenzione del Comune,  è davvero molta, e il gruppo Facebook di Casorezzo online è diventato anche il luogo in cui cittadini postano, in un spirito di collaborazione con l’amministrazione del Comune, le segnalazioni per i problemi e i lavori da fare.

In questa fine di agosto, due  problemi hanno principalmente catturato l’attenzione dei casorezzesi: la chiusura dell’ufficio postale e della farmacia e la pulizia di strade  e piste ciclabili.

Sul gruppo Facebook è stata postata la foto della pista ciclabile invasa dalla crescita sproporzionata della siepe che la delimita, e che richiede un veloce potata da parte degli operai del Comune di Casorezzo, per essere riportata a dimensioni che permettano il passaggio delle biciclette,

E’ stata postata anche una fotografia della via che parte piazza San Giorgio  e che pone un problema molto più complesso: i paletti maledetti, a dirla con il nome che gli danno i residenti di Casorezzo.

Culture digitali

Come si può notare dalla foto, infatti, la macchina per la pulizia della strada non può passare oltre i paletti per pulire ciò che si raccofli sul ciglio della via  e, in fondo alla linea di paletti, lo spazio si restringe così tanto che sembra difficile passare persino se si hanno due borse della spesa piene, figurarsi se è possibile utilizzare gli strumenti per la pulizia delle strade.

Alcuni cittadini di Casorezzo hanno segnalato iin Comune  più volte che i paletti sono stati una scelta malaugurata e che sarebbe necessario trovare una soluzione al problema causato dalla loro installazione.

Culture digitali

(Fonte foto:  Pietro Turati su Facebook)

Ilaria Maria Preti
Autore Ilaria Maria Preti2223 Articoli
Sono per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Lavoro come Web Content Specialist per varie testate giornalistiche e blog. Oltre a cronaca Ossona, mi occupo della redazione di Zoom Milano (Zoommilano.it) e conduco l'ufficio stampa di Conflavoro Pmi Milano (conflavoro.mi.it). Ho scritto di politica, cronaca, turismo, ma anche di edilizia, tasse, assicurazioni, e persino di calcio.

Commenti e diritto di replica

Rispondi