Ossona, attenti alla processionaria

La processionaria è un bel bruco e dà origine ad una bella farfalla ma può essere però molto pericoloso. Il bruco è un feroce parassita delle piante, in special modo dei pini e delle querce, alberi che possono essere distrutti in pochissimo tempo.

Ossona, attenti alla processionariaLa perdita delle piante, per quanto dannosa per l’ambiente, sarebbe il meno se il bruco non fosse particolarmente pericoloso anche per l’uomo e per gli animali domestici.
Difatti, una puntura con i peletti di questo lepidottero può causare gravi eritemi e  arrivare a causare degli shock anafilattici nelle persone più sensibili e ai bambini piccoli.
Se, per caso, cani o gatti ingeriscono i bruchi, o il loro pelo, quando mangiano dell’erba, possono avere delle gravi ulcere interne e dei gravi danni alla salute, quando addirittura non muoiono. La processionaria quindi è un animaletto, per quanto carino, molto pericoloso, anche per la tendenza a dar vita a delle infestazioni difficilissime da combattere.
Quando lo si trova, va eliminato immediatamente, con molte precauzioni per evitare di pungersi o di ingerire accidentalmente il pelo. Altre notizie sulla processionaria si possono trovare a questo link.

Nonostante sembrino insetti primaverili, un esemplare a livello di bruco è stato trovato anche a Ossona, in questi giorni, pronto per la trasformazione in farfalla e per la deposizione di nuove uova. In via Rimembranze, la probabile ingestione di pelo di processionaria ha fatto star male un gattino di pochi mesi che ha miagolato per il dolore una intera notte, dandogli anche dei gravi disturbi motori, senza che fosse possibile fare qualcosa per lui.
Se i bruchi che, con molta probabilità, si trovano nascosti fra pini e  querce, dovessero trasformarsi, potremmo avere, fra poche settimane, delle vere e disastrose infestazioni di processionaria.
Il Comune di Abbiategrasso, a pochi chilometri da Ossona, imitato dai Comuni vicini,  ha iniziato lo scorso luglio una campagna di disinfestazione contro la processionaria.

Ilaria Maria Preti
Chi sono Ilaria Maria Preti 2266 articoli
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Lavoro come Web Content Specialist per varie testate giornalistiche e blog. Oltre a cronaca Ossona, mi occupo della redazione di Zoom Milano (Zoommilano.it) e conduco l'ufficio stampa di Conflavoro Pmi Milano (conflavoro.mi.it). Ho scritto di politica, cronaca, turismo, ma anche di edilizia, tasse, assicurazioni, e persino di calcio.