Il Codachi vince il palio. Ora tocca alla sagra di San Bartolomeo

Ossona – La festa di San Cristoforo si è conclusa con il Palio della Bogia Dora e il Codachi  si è aggiudicato lo stendardo del vincitore. Con la vittoria della parte di qua del paese, che va dalla torre verso il cimitero, sono finiti gli spettacoli della prima festa patronale di Ossona.

Ossona, il Codachi' vince il palio. Ora ci si prepara per la sagra di San BartolomeoOra come da tradizione in attesa dei festeggiamenti per la seconda festa patronale. Quella della sagra di San Bartolomeo, il 24 di agosto. Intanto per tutto il mese che separa i due momenti clou dell’estate ossonese, rimarrà stanziato il Luna Park in fondo alla via Marconi. Come ogni anno, infatti, la famiglia Busnelli ha dato la disponibilità ad installare parte delle loro giostre a Ossona, per la gioia dei bambini e dei giovani. Anche la Proloco Morus Nigra preparerà come ogni anno una serie di iniziative musicali nel parco di villa Bosi, con cene e altri rinfreschi che mantengono vivo il paese per tutto il mese di agosto.

A proposito delle cene organizzate dalla proloco Morus Nigra…

A proposito delle cene organizzate dalla proloco Morus Nigra di Ossona in villa Bosi. Sono arrivate parecchie lamentele dai ristoratori della zona che la vedono come una concorrente scorretta.  Favorita dalla amministrazione comunale con la concessione di uno spazio apposito senza costi se non quelli vivi della cucina. “Va bene far le feste e offrire salamelle, birra e patatine, o se fa la casseoulata e la polentata il 24 agosto. Ma che si metta a organizzare cene per le leve, i compleanni, le comunioni e addirittura per i matrimoni, no”.

Ad agosto inoltre dà la possibilità di mangiare con menù completi con più scelte, due o tre sere alla settimana. Proprio come un ristorante. “In questo modo ci  fa concorrenza. Ed è una concorrenza sleale. Non ha i costi dell’affitto, non paga il personale e ha dei prezzi bassissimi. Soprattutto non paga quasi nulla di tasse. In questi periodi di crisi è indecoroso che vi sia chi si comporta in questo modo.” Hanno detto alcuni.
Speriamo che anche quest’anno non vi sia spazio per questi atteggiamenti. E che il mese di festa che divide san Cristoforo da San Bartolomeo porti solo allegria. (Fonte foto: Elisa Garavaglia su Facebook)

Alessandra Gornati
Chi sono Alessandra Gornati 109 articoli
Mi piace leggere, mi piace scrivere, ma amo la privacy. Vivo in un piccolo Comune dell'altomilanese, e questo mi condiziona. Si potrebbe dire che amo parlare di quello che capita agli altri, ma se parlano di me, mi sembra di mettermi in mostra e sono in imbarazzo. Pensa a me come ad una donna timida e invisibile, senza misteri ma molto ricca nell'anima. Quello che do al mondo, lo do con le mie parole.Cercami su Facebook Alessandra Gornati