Ossona e Casorezzo, la polizia locale perde un altro agente

Ossona e Casorezzo, la polizia locale perde un altro agente

L’agente Paolo Bergamaschi lascia il Comune, che ha applicato alla convenzione del comando unico di Polizia locale la legge della regione autonoma del Friuli

L’agente della polizia locale Paolo Bergamaschi, che era in forze ad Ossona,  ha chiesto e ottenuto il trasferimento e ha già lasciato il nostro Comune per trasferirsi in quello nuovo. La convenzione per il comando unico di Ossona e Casorezzo ha quindi perso un altro vigile scendendo dai 9 necessari a 4: il comandante Perri, il vicecomandante Pianura e due agenti. Un agente a Ossona e uno a Casorezzo che però, se non ho informazioni sbagliate, sta studiando per passare di grado.

Difatti, per far funzionare un comando di polizia locale, sarebbe necessario avere fra impiegati amministrativi e agenti della polizia locale almeno una persona ogni mille abitanti. Tra Ossona e Casorezzo ci sono circa 10mila persone ( quasi 6mila a Casorezzo e 4mila a Ossona). Si tratta di una statistica ben conosciuta da tutti.

Ma l’esiguo numero di personale non è l’unica particolarità di quella convenzione. Pare, infatti, che sia stata firmata dagli amministratori prima che qualcuno si rendesse conto che chi l’aveva scritta aveva fatto riferimento ad una legge della Regione Autonoma Friuli, invece che ad una della Regione Lombardia.

Prima di dire che aver adottato la legislazione autonomista di una Regione a Statuto speciale come il Friuli è, in effetti, un’ottima idea, specie dal punto di vista fiscale, bisogna purtroppo far notare che è necessario farsi alcune domande sulla legittimità della convenzione, perché se uno dei vigili assunti da un Comune fa una multa nel paese convenzionato, e il multato presenta un ricorso, non sappiamo come si comporterà il giudice. Non si sa se condannerà il multato o il Comune, o l’agente stesso. Nel peggiore dei casi, se la convenzione fosse considerata nulla, l’agente potrebbe rischiare un’accusa per abuso d’ufficio.

Speriamo, invece, che applicare in Lombardia delle leggi della Regione a Statuto speciale Friuli sia perfettamente legittimo, sia per il bene degli agenti rimasti a Ossona e a Casorezzo sia perchè, sè è così, abbiamo risolto tutti i problemi. Basterà dire al Governatore Maroni che Ossona e Casorezzo ha la soluzione e che per trattenere le tasse sul territorio non c’è bisogno di lottare duramente contro lo stato italiano:  basta applicare la legge del Trentino anche in Lombardia.

Come mai non ci aveva pensato prima?

Anna Alice
Chi sono Anna Alice 128 articoli
Ogni persona ha una vita normale e una vita di fantasia, di pensieri e di sogni. Sono una impiegata, una contabile. Ho a che fare ogni giorno con i numeri, e raccontare il mondo con le parole è il mio modo di fuggirne.