Ossona, sicurezza: dice che affitta a avvocati svizzeri delle nazioni unite, invece son zingari e….

Ossona, sicurezza: dice che affitta a avvocati svizzeri delle nazioni unite, invece son zingari e....Questa settimana la pagina di Ossona su Settegiorni ha aperto con una notizia allarmante: un condominio di Ossona  terrorizzato dagli zingari. La lettera pubblicata e con la richiesta di restare anonimi fa impressione. E’ gente onesta che ha paura e sono i nostri compaesani.

Improvvisamente si comprende che tutte quelle segnalazioni che indicavano un accampamento di zingari nella zona del Bosco della Corona avevano senso, anche se dopo parecchi giri non era stato trovato nulla. Per forza, si erano accampati in un appartamento!

Non è stato difficile parlare con i condomini e farmi raccontare cosa è successo. La storia è davvero terribile e le conseguenze di ciò che succede, quando le avranno capite,  faranno tremare i polsi a tutti gli ossonesi.

Come è cominciato tutto

I condomini mi hanno raccontato che una delle porzioni del condominio, una parte che si sviluppa su 4 piani e ha un giardinetto più box, era stata acquistata dall’imbianchino che aveva effettuato i lavori di rifinitura per il costruttore, e che il costruttore in qualche modo lo aveva aiutato ad aprire il mutuo per comperare la casa.

Per chi è abituato ad aver a che fare con queste cose,  questo significa, di solito, che il costruttore, invece di pagare la fattura dell’imbianchino, gli ha trasferito la proprietà di uno degli appartamenti e gli ha fatto da fidejussore per l’accensione di un mutuo per la differenza tra ciò che gli doveva e il valore della casa.

Per qualche tempo l’imbianchino ha abitato nell’appartamento: ha trasferito la residenza ad Ossona e ha aperto le utenze gas e luce. Poi, un giorno, ha comunicato agli altri condomini che un agente immobiliare freelance gli aveva trovato un inquilino e che lui tornava ad abitare al suo paese. Non mi ricordo bene se era della Sicilia o della Calabria. Alle domande degli altri condomini ha risposto che nel suo appartamento sarebbe venuto ad abitare un avvocato svizzero delle Nazioni Unite con la sua scorta e alcune modelle e che gli pagavano 1.200 euro al mese di affitto. Come sempre si controlla e su internet, in vari aggregatori di annunci, c’è ancora quel dato appartamento.

L’incontro ravvicinato con i nuovi inquilini

Naturalmente i condomini non gli han creduto, ma son brava gente e hanno pensato alla solita smargiassata, non ad un pericolo vero e proprio. Della realtà hanno dovuto rendersi conto quando han visto arrivare circa una decina di omaccioni grandi e grossi a bordo di macchinoni fiammanti, per lo più bmw e mercedes, targate Svizzera. C’è da dire che almeno una cosa svizzera l’hanno: le automobili.  Gli uomini si sono insediati nell’appartamento insieme a otto donne vestite in modo da non lasciare dubbi: erano modelle di gran classe. Classe superiore perfino alle olgettine. Il comportamento dei nuovi inquilini era quello che avrebbe avuto un avvocato svizzero: di giorno nessun rumore e di notte molte feste, tante feste con tanti invitati, tutti con tante macchinone svizzere. Si vede che è gente di classe: infatti lasciano le automobili dappertutto, aspettandosi che i parcheggiatori le vadano a mettere a posto.

Di punto in bianco le modelle sono sparite, in coincidenza con l’apparizione delle mogli e delle loro sorelle. Si vede che l’avvocato svizzero si era fatto beccare e le donne ufficiali non avevano approvato. Sinceramente, dal racconto fattomi, non ho capito bene chi sia l’avvocato, chi le guardie del corpo e di chi siano le mogli. Insomma, adesso come adesso, il gruppo è formato da circa una ventina variabile di persone fra uomini donne e qualche bambino. A dir la verità, sembra che le donne con bambini siano state posizionate in un altro appartamento dalle parti di piazza Litta, ma non ho ben capito dove.

Pare che l’avvocato svizzero dell’ONU goda di una grande rendita finanziaria, praticamente inesauribile: di certo non si reca in studio tutti i giorni. A dir la verità, non sembra  far nessuna attività se non quella di dormire e dare feste. Mam, si sa: le persone davvero ricche non lavorano. Si divertono e basta. I soldi arrivano loro per grazia ricevuta. Difatti non si fanno problemi: usano i bicchieri una volta sola e, invece di lavarli, li gettano in mezzo alle aiuole. Se stanno male dopo aver bevuto e mangiato, non si degnano di correre in bagno a contenere il disastro provocato dai loro succhi gastrici. Rendono ciò che hanno ingurgitato alla terra e alla pavimentazione della corte; qualche servitore, poi, pulirà oppure ci penserà  la sana e naturale pioggia.

Le guardie del corpo dell’avvocato sono intercambiabili e i sistemi di sicurezza rigidi; ogni tanto qualcuna se ne va e ne arriva una nuova. Se però non arriva in tempo per l’orario del cambio guardia, deve aspettare il prossimo, e, se è stanco del viaggio dalla Svizzera ad Ossona, può dormire tranquillamente nel canale o appena fuori dal cancello. Poi, si sam le guardie del corpo sono persone rudi. Questi 007 devono allenarsi al combattimento corpo a corpo e il centro della corte offre uno spiazzo adatto. I bambini degli altri condomini sono spesso chiamati ad assistere al combattimento, in modo che possano conoscere delle sane dimostrazioni dei riti della cultura svizzera.

Non sono mancati neppure i miglioramenti edili. Difatti, se notate, dall’entrata della Corte manca una delle colonnine in mattoni antichi, costruiti nella vecchia fornace di Ossona e considerati patrimonio storico. Per i nostri ospiti era molto fastidioso dover centrare l’ingresso della corte alla velocità con cui vanno il loro macchinoni. Così, hanno eliminato il problema e abbattuto la colonnina utilizzando una delle loro automobili più vecchie.

La situazione attuale

Vi ho dato una piccola panoramica della situazione in cui vivono i condomini, lasciando alla fantasia di chi legge il resto. Ora occupiamoci degli ossonesi. Come dicevamo, questo gruppo di persone paga una affitto mensile di circa 1200 euro. Da quello che mi dicono, lo versano perchè il padrone di casa si sarebbe cautelato mantenendo l’intestazione di alcune utenze. Non si sa come e perchè, ma l’agenzia freelance che si è occupata del contratto d’affitto, non si sa bene a che titolo, si occuperebbe anche di riscuotere il canone di affitto.

Ora facciamo un’ipotesi di disastro per gli ossonesi

Facciamo finta che il proprietario di casa, cui non interessa nulla di quell’appartamento, abbia smesso di pagare il mutuo, magari  chiedendo anche la proroga data a disoccupati e altro. Poniamo anche che non paghi neppure le spese condominiali, nè l’imu seconda casa, nè la tares nè le altre tasse, però continui a prendere l’affitto dell’appartamento, magari in nero. Sia chiaro che è un’ipotesi e non la realtà.

Faccciamo conto che la banca si accorga di questa ipotesi e inizia le operazioni di acquisizione della casa, dando lo sfratto agli inquilini. Dato che la ventina di rom è residente ad Ossona, a chi pensate toccherà mantenere questi svizzeri? Giusto, avete indovinato. Gli ossonesi si troveranno su gobbo il mantenimento in struttura protetta  e in albergo di venti “svizzeri”.

Ringraziamo chi  ha dato la residenza al gruppo e non fa nulla per risolvere il problema.

(fonte Settegiorni)

Ilaria Maria Preti
Chi sono Ilaria Maria Preti 2241 articoli
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Lavoro come Web Content Specialist per varie testate giornalistiche e blog. Oltre a cronaca Ossona, mi occupo della redazione di Zoom Milano (Zoommilano.it) e conduco l'ufficio stampa di Conflavoro Pmi Milano (conflavoro.mi.it). Ho scritto di politica, cronaca, turismo, ma anche di edilizia, tasse, assicurazioni, e persino di calcio.

2 Commenti

  1. se è così facile lo faccio anche io.. prendo in affitto casa … e poi mi smetto di pagare affitto e mi mantiene il comune:D Ok subito!

  2. Io, te e tanti altri, giux, abbiamo un problema: siamo persone visceralmente oneste, nate così. Non ci possiamo fare nulla.
    A noi, un cosa del genere, non sarebbe mai venuta in mente. Ci pensiamo adesso perchè qualcuno lo ha fatto, ma i nostri neuroni non si collegano in quel modo e le nostre idee per la sopravvivenza risentono di questo handicap.

3 Trackbacks / Pingbacks

  1. Omonimi del gioielliere Zingari a Ossona fanno una grande festa
  2. Altra aggressione con scippo a Ossona. Arrestate le responsabili, ma...
  3. Ossona tra il fischio della zingara e l'auto della Bulgaria

Rispondi