Nell’altomilanese il 2014 è l’anno delle elezioni amministrative

Nell'altomilanese il 2014 è l'anno delle elezioni amministrativeNon solo nell’ Altomilanese, ma ovunque, nel 2014 ci saranno le elezioni amministrative generali, quelle dei Comuni che non hanno mai avuto intoppi nella loro vita amministrativa e il cui consiglio comunale non è mai caduto, obbligando alla elezioni amministrative anticipate,  oppure che è caduto un tal numero di volte che ha “raggiunto” gli altri.

Nell’ alto milanese i Comuni che andranno al voto per il rinnovo del sindaco e dei consiglieri comunali sono più di 60, la maggior parte è sotto i 5mila abitanti. Saranno elezioni complicate, molto diverse da quelle del 2009.

La prima questione da affrontare sarà la diminuzione del numero dei consiglieri comunali da mettere in lista che rivoluzionerà non poco i rapporti di alleanza esistenti. Inoltre, la scelta dovrà essere ben distribuita fra persone fidate, esperte e attente perchè  con meno consiglieri non ci si potrà permettere di perdere per strada nemmeno un membro del nuovo consiglio comunale.

La seconda questione importante riguarderà i nuovi piani regolatori: difatti i progetti del piani regolatore, il piano del sindaco, dovranno essere dichiarati al momento di presentare la lista per le elezioni. Un’altra questione di importanza vitale sarà la prima riunione delle nuove maggioranze dei comuni sotto i 5mila abitanti che , essendo le elezioni il 22 maggio 2014, si troveranno ad affrontare, come prima incombenza, il bilancio preventivo e il nuovo patto di Stabilità cui da quest’anno sono sottoposti anche i Comuni che sono sotto i 5mila abitanti.

Le trappole che attendono chi si propone per amministrare i comuni son dunque tante e molto pericolose. Difatti, si ricorda che i Comuni non possono perdere un solo euro di denaro pubblico altrimenti la legge, a determinate condizioni, impone ai consiglieri di rifondere il Comune.

Non ci resta altro che fare gli auguri a chi si sentirà pronto a  presentarsi alle elezioni amministrative e prendersi la responsabilità di amministrare i beni pubblici dal 2014.

Ilaria Maria Preti
Chi sono Ilaria Maria Preti 2253 articoli
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Lavoro come Web Content Specialist per varie testate giornalistiche e blog. Oltre a cronaca Ossona, mi occupo della redazione di Zoom Milano (Zoommilano.it) e conduco l'ufficio stampa di Conflavoro Pmi Milano (conflavoro.mi.it). Ho scritto di politica, cronaca, turismo, ma anche di edilizia, tasse, assicurazioni, e persino di calcio.