Ossona, in consiglio comunale il Fallimento Bertola e le spese dei servizi sociali

Il Consiglio Comunale di Ossona si è riunito il 30 settembre per effettuare  la prima variazione del bilancio di previsione del 2013 e per avere la relazione della giunta  sullo stato di attuazione del programma.  Per chi non è abituato ad avere a che fare con i bilanci degli enti pubblici racconteremo fra un momento le cose in modo meno tecnico.

Ossona, in consiglio comunale il Fallimento Bertola e le spese dei servizi socialiPrima faccio una precisazione, però. Solo un paio di anni fa avrei detto che variazione del bilancio di previsione fatta un mese prima che sia votato l’assestamento di bilancio sarebbe stato assurdo. Oggi, pur sapendo che il bilancio di previsione 2013 era stato presentato a giugno e con delle gravi carenze dovuta alla non certezza dei trasferimenti dello Stato, non posso dir nulla.

La variazione riguarda le uscite  aumentate. Gli altri due paragrafi relativi al bilancio di previsione riguardano la ricognizione dello stato di equilibrio del bilancio stesso, e il grado di attuazione del programma.

Uno dei punti  delle minori entrate per cui è stato necessario modificare il bilancio, riguarda il fallimento Bertola. Abbiamo scoperto che Bertola non pagava l’imposta sulla pubblicità dal 2008 e che ogni anno invece veniva messa a bilancio come previsione. C’è quindi da supporre che anche con le altre tasse ( ad esempio l’Ici)  vi possano essere dei problemi. Il comune ha detto di considerare questi crediti come inesigibili e quindi li ha tolti dal bilancio. Non si è capito bene se il Comune si inserirà all’interno del fallimento per recuperare qualcosa, ma penso che sarà obbligato a farlo dalla Corte dei Conti, se non lo facesse di motu proprio. L’altro punto delle spese aumentate riguarda l’inserimento in comunità di un minore che ha il padre residente ad Ossona e quindi la retta della casa famiglia a pesare sul bilancio comunale. Fortunatamente la madre del Bambino è residenti in un Comune della provinica di Avellino e così il comune di Ossona pagherà solo metà retta: 45 euro al giorno. Si, infatti la retta della casa famiglia è di 90 euro al giorno e per questo bambino il Comune spenderà  più di 16mila euro in un anno. I bambini residenti a Ossona che si trovano in comunità perchè tolti ai genitori sono 4, oltre a questo, e questo significa un esborso di 145mila euro all’anno per mantenere 5 bambini. Un’altro grosso problema dei servizi sociali è l’asilo nido. I bambini sono passati da 14 a 20 e siccome il Comune spende di suo 400 euro al mese a bambino iscritto all’asilo comunale, il comune spenderà, tra settembre e il prossimo anno, 96mila euro di asilo nido. Non sappiamo se i bambini iscritti sono o meno di Ossona. Se non fossero residenti ad Ossona, i nostri servizi sociali pagherebbero l’asilo nido ai bambini di altri Comuni.

Ilaria Maria Preti
About Ilaria Maria Preti 2204 Articles
Sono per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Lavoro come Web Content Specialist per varie testate giornalistiche e blog. Oltre a cronaca Ossona, mi occupo della redazione di Zoom Milano (Zoommilano.it) e conduco l'ufficio stampa di Conflavoro Pmi Milano (conflavoro.mi.it). Ho scritto di politica, cronaca, turismo, ma anche di edilizia, tasse, assicurazioni, e persino di calcio.

Be the first to comment

Rispondi

Leggi anche