Milano città, aggressioni, risse e violenze

Milano città, aggressioni, risse e violenzeNon c’è come aver accesso alla agenzie di stampa per rendersi conto di quanto sia pesante il bilancio delle aggressioni, risse e violenze  in una città come Milano.

Anche se è grande e si potrebbe pensare che il numero medio di 15 aggressioni al giorno  con intervento delle forze dell’ordine e in cui vi sia almeno una vittima che ha bisogno di cure mediche di grado medio grave sia una percentuale tollerabile per il grande numero di persone che abitano la grande città, non è così.
In primo luogo perché le aggressioni e le violenze sembrano avere la tendenza a ripetersi in certi luoghi certe vie e certi quartieri che potremmo anche definire malfamati, ma che, in realtà, sono abitati da persone normalissime che però hanno la probabilità di essere aggredite spesso anche tripla rispetto a chi abita in altri quartieri di Milano.

Verrebbe da chiedersi come mai non c’è un intervento diretto che tenti di comprendere la motivazione per cui aggressioni risse e  violenze contro le persone sono così comuni in certi quartieri, ma pare che l’amministrazione comunale di Milano non abbia rilevato questo dato.

Anche i comuni dell’Hinterland, sia il primo sia il secondo e anche i Comuni della Martesana ( a Sud di Milano) e dell’alto milanese sembrano  interessati dal fenomeno dell’alto numero di aggressioni anche se non raggiungono i livello di  Milano città.
Per portare un esempio per tutti, sono ben rari i giorni in cui il Comune di Sesto San Giovanni  non sia il teatro di almeno una aggressione di una rissa o di una violenza.

Per fare un esempio di quanto succede proponiamo un elenco degli episodi di aggressione violenta con almeno un vittima che è finita in ospedale.  Il 26 giugno la prima  aggressione è alle 00:56 alla stazione centrale di Milano in piazza duca d’Aosta e il ferito è un giovane di 19 anni.

Un’ora dopo, alle 02:54, in via Canova una rissa coinvolge due uomini di 28 e 37 anni che sono trasportati all’ospedale Benefratelli.  Alle 3.42 in piazza Cadorna viene aggredita una donna di 20 anni che viene trasportata all’ Ospedale Mangiagalli

Sempre a Milano in via Bari alle 04:57  viene aggredito un giovane di 18 anni, portato in codice giallo all’Ospedale Benefratelli di Milano. Poi ancora  alle 11:37  in piazzale Baiamonti  è aggredito un uomo di 54 anni , soccorso all’ospedale FateBenefratelli; alle 18:59 in via Ripamonti un’altra rissa. Ferita una donna di 41 anni che viene soccorsa all’ospedale,
Corso 22 marzo, ore 20.45 aggredita una giovane di 16 anni . Sarà portata all’ospedale De Marchi.
22:14  via Bottego. Aggredito 1 uomo di 42 anni e  22:19  via Esterle ferite in un’aggressione due bambini una bimba di 10 anni e un adolescente di 14 anni portati in ospedale in codice giallo. Mentre a Baranzate, in via Filzi aggredito un uomo di 33 anniQueste sono solo le aggressioni le violenze e le risse di mercoledì 26 giugno.

 (foto: Francesco Maria Bienati)

Ilaria Maria Preti
Chi sono Ilaria Maria Preti 2240 articoli
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Lavoro come Web Content Specialist per varie testate giornalistiche e blog. Oltre a cronaca Ossona, mi occupo della redazione di Zoom Milano (Zoommilano.it) e conduco l'ufficio stampa di Conflavoro Pmi Milano (conflavoro.mi.it). Ho scritto di politica, cronaca, turismo, ma anche di edilizia, tasse, assicurazioni, e persino di calcio.

Commenti e Diritto di replica

Rispondi