Bareggio, elezioni: il PD sfida Silvia Scurati

Bareggio, elezioni amministrative: il PD sfida Silvia Scurati
Silvia Scurati, candidato sindaco a Bareggio

Il risultato delle elezioni amministrative di Bareggio hanno portato a confermare uno storico cambiamento. Nonostante l’elevatissimo astensionismo del primo turno, Silvia Scurati, già vicesindaco nella scorsa amministrazione, ha ottenuto il 30,55% dei voti e si prepara al ballottaggio con il candidato presentato dal PD Giancarlo Lonati, che ha ottenuto solo 1.589 voti, pari al 19,87%. Dopo anni di amministrazioni di sinistra, Bareggio sembra quindi passata nelle salde mani del centrodestra, candidando una donna della Lega nord.

Sembra quindi impossibile che il PD possa tentare di recuperare su una simile forbice di divario, specie perché l ‘unica lista su cui potrebbero contare per affinità è quella di Sinistra e libertà che gli porterebbe solo il 4% dei voti, e il cui candidato Simone Baroni, non ha passato il turno. Inoltre è difficile pensare che, anche in caso di apparentamento, gli elettori di Sel finiscano per votare per il candidato del PD se non sono riusciti a trovare l’accordo prima delle elezioni.

Un altro tentativo del PD potrebbe essere quello di coinvolgere Monica Gibillini, ex sindaco nella scorsa legislatura che ha comunque fatto una magra figura a questa tornata, racimolando appena il 10,29% , nonostante i due anni passati come sindaco. Oltretutto, nonostante l’abbiamo scelta, i suoi elettori sono elettori di centro destra che, nonostante l’alleanza di governo fra pd e pdl, non si pensa possano volerla ripetere a Bareggio sostenendo al secondo turno un candidato di centro sinistra.

Se  l’alleanza PD e PDL al governo centrale è presentata come male necessario, a Bareggio il centrodestra si è presentato unito sostenendo la leghista Silvia Scurati, il movimento 5 stelle non ha avuto grandi risultati, non c’è una legge elettorale che impedisce di governare ed è quindi difficile convincere chi ha scartato a priori la sinistra come scelta, a votarla in seconda istanza. Rimangono le liste civiche Io Amo Bareggio, Noi per voi e  Le ali per cambiare in volo.

Insieme le liste civiche portano un bel patrimonio di voti ma non si sa quale schieramento sceglieranno per gli apparentamenti, ammesso che scelgano di allearsi con uno dei due sfidanti, cosa che quasi sicuramente il movimento 5 stelle non farà.

A Bareggio c’è quindi una situazione fluida, in cui si potrà vedere da subito quali sono le abilità del novello sindaco e  quali argomenti userà per convincere i suoi ex sfidanti ad avere fiducia in lei, o in lui, ricordandosi che se solo il 58% dei residenti a Bareggio è andato a votare al primo turno ci si può aspettare un ulteriore calo di percentuale di votanti per il secondo turno.

Ilaria Maria Preti
Chi sono Ilaria Maria Preti 2253 articoli
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Lavoro come Web Content Specialist per varie testate giornalistiche e blog. Oltre a cronaca Ossona, mi occupo della redazione di Zoom Milano (Zoommilano.it) e conduco l'ufficio stampa di Conflavoro Pmi Milano (conflavoro.mi.it). Ho scritto di politica, cronaca, turismo, ma anche di edilizia, tasse, assicurazioni, e persino di calcio.