Ossona, rissa dopo la partita di calcio (Ossona ha vinto)

Ossona, rissa al campo di calcio dopo la partita
21/4/13momento della partita Ossona Gaggiano

Una partita entusiasmante della prima squadra dell’Ossona per la 27esima giornata del campionato di Prima categoria, contro il Gaggiano. L’ AC Ossona ha vinto per 3 a 1 in casa, al campo di calcio comunale di via Roma. Tre i marcatori: Bellusci, Alfani,  Salvalaglio. Nella foto, pubblicata nel gruppo facebook dell’Ossona calcio vedete il momento precedente al gol segnato dall’ossonese Stefano Salvalaglio.

Peccato che, verso  la fine della  partita, verso le 17, sulle tribune del campo sportivo di via Roma abbia preso il via una mega rissa fra tifosi che ha obbligato all’intervento di due macchine dei carabinieri e di una ambulanza dei volontari di Arluno.

Due tifosi di 44 e 60 anni sono state soccorsi e portati  all’ ospedale Fornaroli di Magenta in codice giallo e verde. Non sembra si tratti di tifosi dell’Ossona.

Secondo le nostre fonti, la mega rissa sarebbe iniziata quando l’arbitro ha espulso dal campo due giocatori del Gaggiano, colpevoli di comportamenti non corretti in campo. A  quel punto, secondo i racconti fattaci,  l’allenatore del Gaggiano avrebbe invaso il campo da gioco, e dalla tribuna sarebbero iniziate le urla dei tifosi che intimavano all’allenatore della squadra avversaria di uscire dal campo. Il presidente  e uno dei collaboratori della società sportiva di Ossona si sono posizionati, coma da regolamento, a garantire la sicurezza dell’arbitro. Sulle tribune anche il presidente e alcuni tifosi del Gaggiano.

Non si sa ancora chi ha sferrato il primo colpo e la prima spinta, ma ad un certo momento le tribune sono diventate caldissime e ha preso il via una rissa di tutto rispetto.

“Hanno fatto impallidire persino il ricordo delle risse dei famosi derby Ossona Casorezzo di qualche decennio fa”  ha dichiarato un testimone mentre un altro ha detto che ” Hanno cominciato i tifosi del Gaggiano, ma quelli dell’ Ossona non si sono tirati indietro ”  e poi ancora animi caldi: “Era difficile non indignarsi sentendo insultare l’Ossona  con certi accenti che non erano certamente originari di Gaggiano. Forse insieme ai carabinieri doveva intervenire l’antimafia” .

I toni del dopo partita hanno continuato ad essere accesi: “il Gaggiano è venuto ad Ossona pensando di vincere facilmente e di darle, invece ha perso 3 a 1 e le ha prese. Se non sono capaci di essere sportivi e se non sanno perdere, stiano a casa loro”  ha commentato un altro tifoso dell’Ossona, molto arrabbiato per la rissa, ma felice per il risultato in campo.

L’ultima testimonianza raccolta è quella di un tifoso stupito: ” Non credevo che potesse succedere. Ad un certo punto anche uno dei giocatori del Gaggiano, mi pare il numero 5,  ha tentato di saltare la rete per partecipare alla rissa fra tifosi. Se la prendono troppo calda. E’ solo una partita di calcio”

Non abbiamo testimonianze dei tifosi del Gaggiano che , dopo l’intervento dei carabinieri,  sono tornati alla loro sede senza che vi fosse possibilità di raccogliere le loro versioni dei fatti. Stabilire chi ha iniziato i tafferugli, chi è colpevole e chi no, è un compito che hanno i Carabinieri di Abbiategrasso, intervenuti per sedare la rissa. L’episodio, però, va condannato severamente, e non si vorrebbe dover aggiungere ai problemi di sicurezza di Ossona, anche il tema della lotta alla violenza nello stadio.

(Fonte foto: facebook)

Ilaria Maria Preti
Chi sono Ilaria Maria Preti 2266 articoli
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Lavoro come Web Content Specialist per varie testate giornalistiche e blog. Oltre a cronaca Ossona, mi occupo della redazione di Zoom Milano (Zoommilano.it) e conduco l'ufficio stampa di Conflavoro Pmi Milano (conflavoro.mi.it). Ho scritto di politica, cronaca, turismo, ma anche di edilizia, tasse, assicurazioni, e persino di calcio.

4 Commenti

  1. “Era difficile non indignarsi sentendo insultare l’Ossona con certi accenti che non erano certamente originari di Gaggiano. Forse insieme ai carabinieri doveva intervenire l’antimafia”

    IDOLO!

  2. ancora una volta si è persa l’occasione di essere veritieri. Se servivano notizie attendibili bastava chiederle direttamente alla fonte, ma forse vi fa più gioco cercar polemica invece che verità (sintetico docet). Parlare di rissa “mega” è decisamente fuori luogo come di problema sicurezza al campo. Molto più semplicemente c’è stato un atteggiamento non adeguato e consono dell’allenatore ospite (espulso nei minuti di recupero) e probabilmente della dirigenza ospite che ha cercato di intervenire facendosi spazio in modo improprio. Poi purtroppo c’è stata la paura (legittima) di un pensionato che si è difeso con spray al peperoncino ed è finito, lui, al pronto soccorso. Per dover di precisione i carabinieri li ho chiamati personalmente io ma sono arrivati quando tutto(che poi non era tanto) era finito. Quindi per favore non enfatizzate solo per amor di clamore. Chissà perchè non si scrive nulla, invece della bellissima festa del 25/4, se abitate ad Ossona non può esservi sfuggita, ma tant’è il bene e bello non attizza.
    Domani( 1/5) al campo c’è altra manifestazione di calcio giovanile, grazie all’aiuto e maestria del grande Magia Mereghetti. Questo è il calcio che piace e vuole l’A.C Ossona, Parlate di questo o dell’attività ordinaria dei nostri 210 atleti (su fb ci sono anche queste foto) se amate lo sport vero e non cercato solo la polemica fine a se stessa.
    Un’ultima annotazione sono nel calcio locale da oltre quarantacinque anni (giusto l’età della Associazione) ma io di grandi(o piccole) risse per Ossona Casorezzo (a livello di prime squadre)non ne ricordo, sarà che loro son nati dopo e prima i ragazzi di Casorezzo giocavano, benissimo, nelle nostre file. Saluti

  3. Ancora una volta? Carissimo Massimo, guarda che dello spray al peperoncino ha parlato il corriere della sera, non noi, che la raccolta delle testimonianze è avvenuta ad Ossona, e che a leggerti ci si chiede perché mai un pensionato sia così impaurito ( da che cosa se non da un pericolo legittimo, come dici tu?) da usare un’arma da difesa, se tutto questo pericolo non c’è stato.
    Io che sono spesso fuori la sera per lavoro non ho mai avuto occasione di usarne uno, anche se lo ho in borsa da almeno tre anni. E se la cosa era una piccolezza, come mai la federazione ha dato una multa di 150 euro a squadra per gli scontri tra tifosi? E’ un documento pubblico.
    te lo linko <a href="http://www.lariosport.it/media/docs/comunicati/regionale/2012-13/com.61_24.04.13_regionale.pdf&quot; pagina 3490, dice:Euro 150,00 ACCADEMIA GAGGIANO CALCIO
    Perchè a fine gara propri sostenitori partecipavano ad una rissa con sostenitori avversari
    Euro 150,00 OSSONA A.S.D.
    Perchè a fine gara propri sostenitori partecipavano ad una rissa con sostenitori avversari

    Nello stesso documento c’è anche scritto, e lo puoi leggere nel veritiero come questo articolo sulle punizioni, che uno dei giocatori del Gaggiano è stato sospeso per aver saltato la rete ed essersi scagliato su un tifoso avversario… pag. 3492. Fa un po’ tè. A me pare una bella rissa.
    Forse il problema di fondo è nel giudizio della grandezza delle risse: quelle con il Casorezzo ( è scritto nell’articolo) sembravano più piccole, questa le ha surclassate. E’ il giudizio di una persona che era dalle parti del campo. Non sono mai stata una gran patita di calcio, ma me le ricordo persino io…che sono ad Ossona solo da 28 anni e ci ho cresciuto i miei figli.
    Magari è un tuo modo, Charly, per dirci che hai visto ben di peggio? Non ad Ossona comunque. :)

  4. Quanto poi alle iniziative dell’A.C. Ossona, se hai avuto modo di leggere il sito, avrai potuto notare che quando è stato possibile io ed altri abbiamo parlato delle iniziative. Però, cronacaossona è un blog multiautore, non una testata giornalistica ( ancora) ed è piuttosto libera, nel senso che per diventare autore e scrivere basta solo chiedere, iscriversi, seguire alcune regole di lyout preimpostate e qualche altro elemento di un minicorso. Insomma, basta che qualcuno dell’A.c. Ossona si metta in contatto con la redazione, e avrà le chiavi per scrivere delle iniziative dell’A.C. Ossona.
    Fino a che non lo fa nessuno, vi dovrete accontentare di sporadici articoli scritti da chi coglie attimo e notizia. :) un saluto. magari domani faccio un salto al campo e se hai tempo ti spiego come funziona Cronacaossona.

Commenti chiusi.