Magenta, Francesco Bigogno chiede una rotonda tra IPER e OBI, oppure un ponte cliclopedonale

Francesco Bigogno , l’ex consigliere comunale di maggioranza di Magenta e oggi fuori dal consiglio comunale dopo le elezioni che hanno visto vincere Invernizzi, si è fatto promotore di una battaglia a favore dei pedoni che fanno shopping fra il supermercato Iper e il nuovo centro commerciale del fai da te Obi, a Magenta.

Magenta, Francesco Bigogno e la rotonda tra IPER e OBIIl problema sollevato riguarda la  sicurezza dei pedoni, che nonostante il divieto di transito pedonale continuano ad utilizzare la nuova rotonda fra corso Italia e via Leopardi, che divide i due centri commerciali, per attraversare la strada, mettendosi in continuo pericolo.
L’amministrazione comunale di Magenta ha messo il divieto di transito pedonale proprio perché il rischio per i pedoni che attraversano alla rotonda è troppo grande e con questo sistema si è tolta la responsabilità in caso di incidente. L’alternativa suggerita per l’attraversamento, è quella di raggiungere il semaforo all’incrocio con la strada di Ponte Vecchio e tornare quindi indietro. Un tratto si strada troppo lungo perché i pedoni siano disposti a farlo.

Per cui gli attraversamenti pedonali alla Rotonda continuano. Francesco  Bigogno ha quindi suggerito tramite un video pubblicato poi su youreporter.it d costruire un passaggio pedonale nei pressi della rotonda di corso Italia , in modo da pemettere un collegamento pedonale diretto fra la IPER e l’OBI.
Il nostro suggerimento è, invece, quello di costruire un ponte ciclopedonale simile a quello che attraversa la statale 11 a Vittuone, in legno e ferro, molto bello anche alla vista, oltre che più pratico e meno pericoloso del passaggio pedonale. Di certo i costi di realizzazione delle due opere sono molto diversi, ma con un ponte ciclopedolale la sicurezza dei pedoni aumenterebbe molto di più rispetto ad un semplice passaggio pedonale su viale Italia. Un altro vantaggio del ponte è che aiuterebbe gli abitanti di Magenta lasciare a casa la macchina e a recarsi a fare shopping a piedi o in bicicletta.

1 Commento

Commenti chiusi.