Festa della donna nell’ Alto Milanese: buon 8 marzo tra Magenta e Ossona

Magenta – In tutti i paesi dell’ Alto Milanese oggi si festeggia la festa della donna, ma Ossona osa il non osabile e organizza, per l’8 marzo, corsi di danza del ventre e di makeup. Magenta risponde con “Riprendiamoci l’8 marzo”.

mimosa Festa della donna nell' Alto Milanese: buon 8 marzo tra Magenta e Ossona festa della donna Piazza Litta Prima Pagina   Magenta ha voluto uno stile tradizionale per la festa della donna, intitolando l’insieme delle manifestazioni promosse  “Riprendiamoci l’8 marzo”.
Il tutto inizia alle 15 con un gazebo in piazza Liberazione dedicato ai temi del lavoro femminile e del femminicidio e poi una conferenza sulle Donne della Resistenza che propone  una relazione sulle donne partigiane, la presentazione del libro “il pane bianco” scritto dalla partigiana Sandra, alias di Onorina Brambilla Pesce con l’intervento di Tiziana Pesce, figlia della partigiana Sandra e del comandante partigiano Visone ( Giovanni Pesce) . Il volantino, in cui il colore predominante è ovviamente il rosso, lo trovate a questo link.
Il titolo della manifestazione di Magenta, “Riprendiamoci l’8 marzo”, diventa chiaro quando si guarda lo stile  delle manifestazioni per la festa della donna degli altri paesi dell’ Alto Milanese, specialmente di Ossona nel cui programma di festeggiamenti troviamo corsi di ballo del ventre e corsi di makeup, iniziative che superano le  tranquille cene fra donne, ma soprattutto superano le serate nei night club con spogliarello di prestanti ballerini artistici.

Dalle 10,30 del mattino in poi e nel pomeriggio sarà possibile partecipare ai tre corsi di makeup, da giorno, da sera e per adolescenti. mentre nel palazzo comunale di piazza Litta si terranno i famosi i corsi di “danza del Ventre” e alcune prove per dei corsi di yoga. Per il corso di Danza del ventre il volantino del Comune di Ossona che trovate a questo link (DONNApdf.pdf, consiglia di munirsi di abbigliamento comodo, foulard e bigiotteria.
Tra l’estremo femminista del genere anni settanta di Magenta e l’estremo  maschilismo del genere mussulmano di Ossona, è buffo notare che queste due Feste della Donna, con programmi agli antipodi,  sono di due comuni amministrati dal Centro Sinistra. Fortunatamente, negli altri ci sono altre iniziative più normali come, ad esempio l’aperitivo organizzato nel Comune di Vittuone e seguito dalla proiezione del film Caramel, di Nadine Labaki, al cinema Tresartes, evento pubblicato su facebook.
Anche Milano ha dato alla  Festa della Donna un’ impronta più culturale e meno politica. Il Comune offrirà infatti alle donne l’ingresso ridotto o gratuito per le mostre di Palazzo Reale e per i Musei Civici il cui elenco trovate sul sito internet del Comune di Milano(Fonti: facebook, siti dei comuni dell’ Alto Milanese) 

Ilaria Maria Preti
Chi sono Ilaria Maria Preti 2365 articoli
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Oltre che occuparmi di Cronaca Ossona, coordino la redazione di ZoomMilano.it, collaboro con Conlombardia.com e con alcune agenzie di stampa.

Commenti e Diritto di replica

Rispondi