Sara Scazzi: ergastolo a Cosima e Sabrina Misseri, 9 anni a Michele

Nel processo per l’omicidio della piccola Sara Scazzi, la ragazzina di 15 anni di Avetrana uccisa nel 2010, il PM Buccoliero ha chiesto la pena dell’ergastolo per Sabrina Misseri e sua madre Cosima, 9 anni per Michele Misseri, e 8 anni di reclusione per Cosimo Cosma e Carmine Misseri. Dopo quasi tre anni,quindi la vicenda di Sara Scazzi, che aveva commosso tutto il paese, si avvicina alla conclusione.

"SaraAlle due donne non è stata concessa nessuna  attenuante perchè proprio pochi mesi prima del’omicidio fu approvata una legge all’interno del pacchetto sicurezza Maroni, che prevede la pena dell’ergastolo per chi rapisce e  uccide un minorenne, anche quando la morte durante il rapimento è causata da un incidente. In questo caso l’accusa per Sabrina Misseri e Cosima Serrano è di sequestro e omicidio di minore. Michele Misseri è invece accusato di soppressione di cadavere, falsa testimonianza, favoreggiamento e altri reati. Suo fratello Carmine Misseri e il cugino Cosimo Cosma sono accusati di averlo aiutato le loro mogli di aver loro dato dei falsi alibi. Gli accertamenti durante le lunghe indagini hanno portato gli inquirenti a effettuare parecchie intercettazioni ambientali, durante le quali si sono scoperte complicità e intrighi.

Quel pomeriggio Sara Scazzi era davvero giunta a casa Misseri, in anticipo sull’appuntamento che avevano con l’amica Mariangela Spagnoletti per andare al mare, e aveva litigato con la cugina Sabrina Misseri e con la zia Cosima. Uscita di casa di corsa, Sara era stata raggiunta in macchina dalle altre due donne, che l’avevano costretta a salire con loro e l’avevano riportata in casa, dove poi è stata uccisa. L’attenzione degli inquirenti si era indirizzata subito su Sabrina Misseri, perchè durante una delle prime trasmissioni televisive di “Chi l’ha visto?”  aveva dato una descrizione dettagliata degli abiti indossati da Sara Scazzi al momento della scomparsa e il particolare non era sfuggito a Concetta Serrano nè agli investigatori. La giovane, infatti, si era cambiata, indossando il costume da bagno, dopo essere tornata a casa a mezzogiorno mentre la scomparsa era stata registrata intorno alle 14,30 del pomeriggio, senza che, nella versione data da Sabrina Misseri, le due cugine si fossero riviste. (Fonte:quotidiano.net; Fonte foto: facebook)

Anna Alice
Chi sono Anna Alice 128 articoli
Ogni persona ha una vita normale e una vita di fantasia, di pensieri e di sogni. Sono una impiegata, una contabile. Ho a che fare ogni giorno con i numeri, e raccontare il mondo con le parole è il mio modo di fuggirne.

Commenti e Diritto di replica

Rispondi