Corbetta: Riccardo Grittini scagionato per i cori razzisti, e ora?

Da un paio di giorni è giunta la notizia che Riccardo Grittini, il giovanissimo assessore allo sport e ai lavori pubblici della Lega Nord di Corbetta è risultato completamente innocente dall’accusa mossagli per incitazione all’odio razziale.

riccardogrittini Corbetta: Riccardo Grittini scagionato per i cori razzisti, e ora? Piazza Litta Prima Pagina   Così innocente che il Pubblico Ministero, cioè la pubblica accusa, ha derubricato il reato, cioè ha  tolto il reato dalle possibili accuse a suo carico prima del processo che sarà comunque celebrato il prossimo 21 febbraio.
Il giovane assessore di Corbetta era stato filmato allo stadio di Busto Arsizio durante la famosa partita di calcio tra il Milan e il Pro Patria e accusato di razzismo nei confronti del giocatore Boateng. Alla visione finale dei filmati, si è visto chiaramente che i buuuu, buuuu indirizzati ai giocatori del Milan non erano certamente simili ai versi da scimmia (uh uh uh Gutturale) che alcuni tifosi decisamente poco educati e forse con alcuni problemi di espressione, fanno nei grandi stadi, specialmente romani, all’indirizzo dei giocatori di colore. E’ invece risultato chiarissimo che il buuuu buuuu, era riferito al momento dell’abbandono del campo di calcio effettuato dai giocatori.

Riccardo Grittini, come gli altri ragazzi, saranno comunque processati per direttissima il 21 febbraio, L’unicaa accusa rimasta in piedi è quella di ingiurie aggravate, sarano insomma processati per aver detto delle parolacce,però anche in questo caso c’è una differenza. Difatti,  il giocatore milanista Stephen El Saarawi ha dichiarato di non essersi sentito offeso da ciò che hanno detto Riccardo Grittini e gli altri tifosi e quindi le accuse di ingiurie  non saranno nei suoi confronti,ma nei confronti di Boateng che non ha ancora invece cercato un compromesso.

Il giocatore sembra infatti temere che siccome lui ha inteso male i cori dei ragazzi e ha lanciato la palla verso la curva interrompendo la partita, se  ritira le accuse potrebbe poi essere lui ad essere processato dalla giustizia sportiva per aver causato l’abbandono del campo da parte della sqaudra del Milan. Rimane poi un’altra questione pesantissima da redimere. Il mondo intero conosce il nome di Riccardo Grittini, e anche il nome di Corbetta, e li legano al razzismo. La stampa e i giornali di tutto il mondo sono stati complici nel rovinare la reputazione pubblica di questo serio e giovanissimo politico della lega nord. Chi lo risarcirà e come, per il danno che ha ricevuto? (Fonte: lapadania.net)

Ilaria Maria Preti
Chi sono Ilaria Maria Preti 2365 articoli
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Oltre che occuparmi di Cronaca Ossona, coordino la redazione di ZoomMilano.it, collaboro con Conlombardia.com e con alcune agenzie di stampa.

Commenti e Diritto di replica

Rispondi