Ossona, il presepe è la stazione del Gamba de Legn

Chi passa per la via padre Giuliani ad Ossona, sulla sinistra andando da piazza san Cristoforo a Piazza Litta nei giorni delle feste di Natale potrà ammirare il presepe in vetrina che raffigura l’antica stazione del Gamba de Legn che si trovava lungo il viale Europa, più o meno dove ora c’è il campo di calcio parrocchiale.

Ossona, il presepe in vetrina è la stazione del Gamba de LegnLa scena della Natività è stata inserita in uno dei vagoni che riposavano a lato della stazione del Gamba de legna e al posto di pastori ci sono i viaggiatori che alle sei meno un quarto di ogni mattina si trovavano davanti alla biglietteria.
La piccola stazione del Gamba de Legn è uno dei luoghi più densi di ricordi del pasato di Ossona. Tutti coloro che hanno abitato nel nostro paesino fino agli anni novanta ricordano il vecchio Bar Stazione in piazza San Cristoforo. Dal momento in cui la stazione del gamba de Legn fu sostituita dalla più moderna fermata dell’autobus per Castano, il bar Stazione cambiò nome e diventò Bar Max, ma solo per i “foresti”. Per gli ossonesi quello rimase il bar Stazione per molti anni ancora, fino alla sua demolizione. Anche la biglietteria mantenne il suo nome ben oltre il tempo della sua demolizione. Il luogo in cui si trovava viene ancora chiamato “scansceau”, che in lingua milanese significa “stampelle”.

Un delizioso gioco di parole per indicare che se il tram che andava da Milano a Castano Primo, passando per Ossona, si chiamava Gamba de legn, indicandone il viaggiare traballante, la sua stazione non poteva non essere indicata come un paio di stampelle su cui il vecchio treno si appoggiava, fermandosi.
Ed ecco quindi che il presepe in vetrina diventa per Ossona un modo per augurare il Buon Natale ricordando la sua storia e quella della vecchia stazione del gamba de legn.

Ilaria Maria Preti
Chi sono Ilaria Maria Preti 2315 articoli
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Lavoro come Web Content Specialist per varie testate giornalistiche e blog. Oltre a cronaca Ossona, mi occupo della redazione di Zoom Milano (Zoommilano.it) e conduco l'ufficio stampa di Conflavoro Pmi Milano (conflavoro.mi.it). Ho scritto di politica, cronaca, turismo, ma anche di edilizia, tasse, assicurazioni, e persino di calcio.