Ossona, è morto Luigi Cina Bonizzoni. Storico allenatore del Milan

Luigi Cina Bonizzoni, storico allenatore del Milan degli inizi degli anni sessanta, è morto la scorsa notte, il 6 dicembre, ad Ossona. Aveva 93 anni ed era nato a Milano nel 1919. Quando non era in giro sui campi di calcio di mezzo mondo trascorreva la sua vita ad Ossona (Mi) dove viveva con la moglie Erminia Macchi e la sua famiglia. E’ una delle personalità di cui Ossona è orgogliosa.

bonizzoni Ossona, è morto Luigi Cina Bonizzoni. Storico allenatore del Milan Piazza Litta Prima Pagina   Il  sopranome Cina, con cui era noto forse più che con il nome Luigi, lo doveva al mitico giornalista sportivo Gianni Brera, che lo aveva soprannominato così a causa dei suoi occhi leggermente a mandorla, che tendevano a chiudersi, facendogli prendere una forma ancora più allungata, mentre dalla panchina osservava le azioni dei suoi calciatori, durante le partite di calcio.
Luigi Cina Bonizzoni era un nipote d’arte: suo zio, Giuseppe Bonizzoni, fu un famoso difensore del Milan negli anni ’30, e lo introdusse nel mondo del calcio rossonero. Però, Cina Bonizzoni non diede il suo meglio come calciatore, ma raggiunse i massimi risultati come allenatore, vincendo uno scudetto nel 1959 con il Milan. Ha alleato, poi, in 10 campionati di serie A, il Palermo , il Como, l’Atalanta, il Verona, il Milan, l’Udinese, il Mantova e il Foggia e per finire, quando era oramai in pensione, fu anche il primo allenatore della squadra Nazionale Cantanti, che gioca per beneficenza.
Si occupò, fino a che la salute glielo permise, di selezionare i calciatori per la squadra di calcio Nazionale dell’Italia. Fu anche uno scrittore prolifico e collaborò con il Guerrin Sportivo e con l’Avvenire.  I suoi libri sulle tecniche di calcio sono  tradotti in molte lingue e sono considerati testi  base.

Sotto la sua direzione debuttarono grandi talenti come Dino Zoff, Giovanni Trapattoni e Cesare Maldini.

Un aneddoto che  lega  Luigi Cina Bonizzoni alla squadra di calcio di Ossona è raccontato nel Cd sulla storia dello sport di Ossona, promosso dal comitato civico locale. In una delle stagioni degli anni settanta,  l’A.C Ossona era in condizioni disperate, all’ultimo posto nella classifica della 2° categoria. Allora il presidente della società, Osvaldo Vignati, chiede a Luigi Cina Bonizzoni di dare un’occhiata alla squadra, e dare qualche consiglio ai calciatori. Bonizzoni vide un solo allenamento poi chiese all’allenatore della squadra di Ossona di andarlo a trovare per seguire qualche lezione. Quell’anno, l’A.C. Ossona finì il campionato nei primi posti guadagnando il diritto a passare in prima categoria, e disputò una splendida partita, rimasta negli annali della nostra squadra, ai quarti di finale della Coppa di Lombardia.
Nel 2008 uscì nelle librerie il libro “Eravamo in Centomila…” che racconta la storia dei derby di Milan e Inter  a cento anni dal primo ( nel 1908).  Il libro contiene molti aneddoti della vita di Luigi Cina Bonizzoni. Per Ossona è un grande dolore e i blogger di Cronacaossona.com sono vicini  alla sua famiglia per la perdita di questo grande uomo. Non si è mai troppo anziani per chi ci vuole bene. (Fonte foto: magliarossonera.it)

Ilaria Maria Preti
About Ilaria Maria Preti 2389 Articles
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Oltre che occuparmi di Cronaca Ossona, coordino la redazione di ZoomMilano.it, collaboro con Conlombardia.com e con alcune agenzie di stampa.

2 Commenti

  1. per la cronaca: la moglie era Erminia Macchi, deceduta qualche anno fa, Silvana è la cognata. Condoglianze alla famiglia Bonizzoni: figli Angelo e Mariangela e nipote Cr
    istina

Rispondi