Furato, Inveruno: scuola in pericolo, mancano due remigini

A Furato, la frazione di Inveruno che confina con Ossona, c’è una piccola scuola elementare, molto graziosa e ben funzionante. Purtroppo i bambini che vivono a Furato sono pochi e la scuola è in pericolo di chiusura.

scuolafurato Furato, Inveruno: scuola in pericolo, mancano due remigini Piazza Litta Prima Pagina   Ogni anno i genitori e la comunità si devono ingegnare per trovare gli alunni che possano integrare il numero minimo previsto dal ministero per formare una classe scolastica, cioè 15 bambini.
Per il prossimo anno scolastico, 2013-2014, per i momento ci sono solo 13 remigini e i genitori di Furato hanno lanciato un appello anche nei paesi vicini per trovare almeno altre due famiglie disposte ad iscrivere i loro bambini nella  scuola di Furato. La scuola offre anche il servizio di pre-scuola, prezioso per chi ha delle difficoltà a coordinare con l’orario di inizio delle lezioni dei bambini con quello di inizio del lavoro.
I remigini sono i bambini che vanno a scuola per la prima volta. Per chi non ricorda le vecchie tradizioni, fino al 1977 la scuola ha avuto una data di inizio fissa di inizio, il 1° ottobre, giorno dedicato a San Remigio; da qui il nome di remigini per i piccoli che iniziavano la prima elementare.

Il prossimo anno tocca ai nati nel 2007 e , dato che la scelta della scuola è una prerogativa dei genitori, gli abitanti di Furato chiedono di considerare anche l’opzione di iscriverli alla loro scuola. Chi vuole avere maggiori informazioni o vuole iscrivere i bambini alla prima elementare nella scuola di Furato, si può mettere in contatto con l’ufficio scuola del comune di Inveruno al numero di telefono 02 97285979 oppure tramite questo indirizzo email .  (Fonte:legnanonews.it; foto: comune.inveruno.mi.it )

Ilaria Maria Preti
Chi sono Ilaria Maria Preti 2365 articoli
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Oltre che occuparmi di Cronaca Ossona, coordino la redazione di ZoomMilano.it, collaboro con Conlombardia.com e con alcune agenzie di stampa.

Commenti e Diritto di replica

Rispondi