Partito democratico, le elezioni non hanno prezzo: ma 2 euro per le Primarie?

Partito democratico, le elezioni non hanno prezzo: ma 2 euro per le Primarie?Alcuni degli elettori della sinistra chiamati a votare alle Elezioni Primarie, indette dai movimenti e dai partiti che si riconoscono nella sinistra, hanno fatto delle domande precise sul motivo per cui è necessario pagare 2 euro per esprimere la propria preferenza sulla persona che la sinistra presenterà, come suo candidato premier condiviso, alle elezioni politiche del 2013.

Una prima risposta arrivatami da alcuni organizzatori è stata che la democrazia non ha prezzo e se se non ha prezzo, 2 euri sono una cifra modica per avere una cosa così preziosa. Non convinta da questa risposta che sembrava più una battuta per liquidare una domanda imbarazzante, ho chiesto altrove.

Le seguenti risposte sono state più complete. C’è chi ha detto che i 2 euro servono per scoraggiare chi si presta a votare più di una volta, dato che non si tratta di elezioni istituzionali e quindi ben controllate, ma piuttosto di elezioni libere promosse da associazioni politiche ceh non hanno accesso alle liste degli elettori. Non potendo quindi impedire il ripetersi del disastro delle scorse edizioni, quando troppo tardi ci si è accorti che il PDL aveva mandato dei suoi elettori ed aderenti a votare alle primarie della sinistra ed era riuscito così, in alcuni casi, a governare il risultato a loro favore, si è deciso di rendergli molto cara l’esecuzione di questa strategia.  Cara in denaro.
Insomma: se la democrazia non ha prezzo, che l’imbroglio sia una cosa per ricchi.

A questo punto, mi è stato fatto notare che da quest’anno sono state intensificate le operazioni per controllare l’identità dei votanti e se  hanno partecipato a elezioni per altri movimenti, per limitare al massimo le possibilità che il risultato sia falsificato dalla partecipazione di elettori non di sinistra, anche se non ci si vuole arrendere all’idea di far votare solo i tesserati dei partiti che partecipano alle Primarie della Sinistra.

A questo punto però rimane la domanda. Se ci sono i controlli, a cosa servono i 2 euro?

(Fonte foto partitodemocratico.it)

Alessandra Gornati
About Alessandra Gornati 109 Articles
Mi piace leggere, mi piace scrivere, ma amo la privacy. Vivo in un piccolo Comune dell'altomilanese, e questo mi condiziona. Si potrebbe dire che amo parlare di quello che capita agli altri, ma se parlano di me, mi sembra di mettermi in mostra e sono in imbarazzo. Pensa a me come ad una donna timida e invisibile, senza misteri ma molto ricca nell'anima. Quello che do al mondo, lo do con le mie parole.Cercami su Facebook Alessandra Gornati

Be the first to comment

Rispondi

Leggi anche