Concerto per i bambini di Moglia vittime del terremoto

Concerto per i bambini di Moglia vittime del terremoto
Progetto vagabondo cover band nomadi – foto del gruppo

Domenica 25 novembre, dopo aver partecipato alla 22° Ossona insieme e aver  mangiato la buona polenta con salsiccia ossonese possiamo aiutare i bambini di Moglia vittime del terremoto godendoci la buona musica  dei “Progetto Vagabondo” che faranno un concerto con cover dei nomadi.

Ricordo che a fine maggio 2012 il terreno nella bassa ha tremato seminando morti, panico e distruzione, lasciando dietro di sè cumoli di macerie. Tra i paesi devastati dal terremoto vi è Moglia che si è ritrovata anche priva di scuola elementare e media. In attesa della ricostruzione la pubblica amministrazione vorrebbe utilizzare dei container e dei teloni per le attività scolastiche. Da qui una serie di iniziative anche musicali volte a raccogliere fondi per acquistarli. Ossona anche questa volta non è da meno e vuole fare la sua parte con un concerto.

I soldi raccolti con offerta libera durante il concerto saranno infatti devoluti per l’acquisto di container, a sostegno del progetto “Un aula per Moglia”, nato per offrire aule dignitosi ai bambini terremotati di Moglia.

Per informazioni è possibile contattare questi numeri  3479782591 – 3486502703 oppure scrivere a info@comitatopace.it.

Collaborano all’iniziativa il “Comitato intercomunale per la pace“, le acli di zona, e l’anpi (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia) di zona, e l’iniziativa si svolge sotto il patrocinio del comune di Ossona, di Fondazione per Leggere, proloco “Morus Nigra” di Ossona, e l’organizzazione di volontariato “mondo in cammino” che si occupa da vicino dei terremotati della bassa.

Quindi ci ritroviamo tutti insieme domenica pomeriggio alle ore 16e30 presso l’auditorium “Unità d’Italia” situato in via Dante 1 in Ossona per ascoltare in concerto i “Progetto Vagabondo” ed aiutare i bambini di Moglia

Chi sono Giuseppe Lanzani 69 articoli

Tecnico informatico

4 Commenti

  1. purtroppo non c'erano tantissime persone al concerto. O le persone della mia età non conoscono le canzoni dei Nomadi (?) oppure avevano altro dafare. peccato era un'occasione di dare una mano alle zone terremotate del mantovano.

Commenti chiusi.