Bareggio, Cecilia Beretta è scomparsa

Cecilia Beretta ha 25 anni, gli occhi azzurri e una massa di riccioli castani, porta le lenti a contatto ma ha anceh gli occhiali.  Al momento in cui si sono perse le sue tracce indossava uno di quei  gilet trapuntati della “Monclear”, una gonna plissettata scura leggera e con un disegno a fiorellini e un paio di All Star grigie.

ceciliaberetta-e1468535117418 Bareggio, Cecilia Beretta è scomparsa Piazza Litta Prima Pagina   L’ultima volta che è stata vista, Cecilia era a Pavia, dove frequenta la facoltà di Farmacia. I suoi amici l’hanno riaccompagnata all’appartamento che condivide con un’ altra studentessa, verso la mezzanotte del 16 ottobre, e da quel momento se ne sono perse le tracce.
La mattina del 17 ottobre, la sua coinquilina, rientrando, non l’ha trovata. Sul tavolo della sua stanza c’erano però tre biglietti, il suo bancomat e il telefono cellulare.
Le  notizie apprese in queste ora in cui si cerca di ritrovare Cecilia viva e in salute, lasciano con il fiato sospeso. Infatti Tgcom , probabilmente nella fretta di dare la notizia e di aiutare a trovare Cecilia, scrive che lo stesso mercoledì della scomparsa , verso le 18, Cecilia avrebbe mandato un Sms al padre. Come è possibile se la ragazza è scomparsa senza denaro e lasciando il telefono cellulare nella sua stanza?

Un altro particolare che si spera senza importanza riguarda i tre biglietti lasciati  da Cecilia: sempre secondo le notizie diffuse dai giornali online, in questi biglietti Cecilia Beretta chiede di non essere cercata e insiste sul fatto di aver conosciuto qualcuno in treno.
Di sicuro, però, adesso c’è solo la sua foto sul sito internet della trasmissione televisiva “Chi l’ha visto?” e la disperazione dei suoi genitori.
Cecilia Beretta ha un neo blu sull’avanbraccio sinistro, non lontano dal polso, in una posizione molto visibile, che permette di riconoscerla facilmente. (Fonte: tgcom: fonte foto: chi l’ha visto?)

 

Ilaria Maria Preti
About Ilaria Maria Preti 2375 Articles
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Oltre che occuparmi di Cronaca Ossona, coordino la redazione di ZoomMilano.it, collaboro con Conlombardia.com e con alcune agenzie di stampa.

Be the first to comment

Rispondi