Pane e Cipolla alla Ossonese

Ossona è stata nota in passato in tutto l’Altomilanese per la produzione di cipolle, tantè che il 24 agosto viene dedicata una sagra alla Cipolla (e Casseoula).

pane e cipollaQuesto piatto semplice ma squisito può essere preparato con ingredienti economici e può essere definito un ‘piatto di recupero’.
Potremo abbinarci un vino rosso fresco ma lievemente mosso, leggermente tannico, l’ideale un buon merlot del trentino o un valpolicella classico del veronese. Ci occorrerà : cipolle in abbodanza (per una teglia come quella della foto almeno 1kg), pane raffermo (o comunque pane a fette),tutti gli avanzi di formaggio del frigorifero o in mancanza ci basterà un mezzo galbanino, un poco di burro e olio di oliva, vino bianco (o brandy), farina, brodo, sale, formaggio parmigiano. Tagliata la cipolla a fettine sottile la si fa sudare con un pò di olio e burro, è molto importante che le cipolle appassiscano e sudino senza scurirsi. Dopo circa 10/15 minuti, quando la cipolla comincia a cuocere  aggiungere un poco di farina (usando un setaccio) per addensare l’acqua della cipolla, quindi mescolare per bene e aggiungere vino bianco o brandy.

Far asciugare e aggiungere brodo in abbondanza, quindi lasciare stufare molto a lungo. Quando il tutto è stracotto si può frullarne una parte (o tutto) onde ottenere una buona crema, si prende quindi una teglia, il pane a tocchi, e gli avanzi di formaggio. Si fanno quindi strati di pane, crema di cipolla e un poco di formaggio a riempire, si spolvera sopra un pò di parmigiano e si mette in forno per formare una buona crosta superficiale. Servire caldissima e abbondante! Il giorno dopo riscaldata sarà molto ma molto più gustosa.

Chi sono Giuseppe Lanzani 69 articoli
Tecnico informatico

Commenti e Diritto di replica

Rispondi