Milano Moda Donna: 70 sfilate con Armani, Gucci e Versace contro l’anoressia

Dal 19 al 25 settembre 2012, a Milano, i grandi stilisti hanno organizzato Milano moda Donna, la “settimana della moda” che riempirà la città con più di 70 eventi già organizzati e molti altri in preparazione. Le sfilate inizieranno ogni giorno alle 9,30 del mattino, e continueranno per tutto il giorno fino che non si arriverà a sera.
milanomodadonna Milano Moda Donna: 70 sfilate con Armani, Gucci e Versace contro l'anoressia Lifestyle Magazine   La moda, si sa, non è fatta solo di grandi firme e di modelle però non si può negare che le anticipazioni delle grandi case e delle loro sfilate determinino poi le tendenze che saranno utilizzate nella stagione seguente quasi da tutti. Un colore nuovo, un taglio particolare o un dettaglio, possono rimanere nella mente delle persone e creare il trend per le stagioni seguenti.
Inoltre da quest’anno la settimana di Milano Moda donna ha compreso nel suo regolamento i principi del manifesto Nazionale contro l’anoressia, che assicura l’impegno delle case di moda a non far sfilare modelle che soffrano di un disturbo alimentare conclamato. Alla base di questo impegno c’è anche la consapevolezza che l’anoressia è spesso  la conseguenza del desiderio di imitare un modello di bellezza  che pretende per le donne una magrezza estrema e quindi le case di moda si impegnano anche a promuovere una bellezza più solare e generosa nelle forme.
Un altro vantaggio dell’adozione di questo manifesto da parte degli organizzatori di Milano Moda Donna è che gli abiti proposti durante le sfilate saranno sicuramente molto più adatti alle forme della maggior parte delle donne e molto più portabili. Fra le numerose firme che hanno già dato la loro adesione alla settimana della moda milanese troviamo Armani, Gucci,Versace, Dolce e Gabbana, e Roccobarocco
(Fonte e foto: cameramoda.it)
Ilaria Maria Preti
About Ilaria Maria Preti 2376 Articles
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Oltre che occuparmi di Cronaca Ossona, coordino la redazione di ZoomMilano.it, collaboro con Conlombardia.com e con alcune agenzie di stampa.

Be the first to comment

Rispondi