Ossona: la sagra della Cipolla con contorno di Casseoula

Sagra della cipolla OssonaIl 24 agosto ad Ossona c’è la fiera di San Bartolomeo, santo cui è dedicata la chiesetta di Piazza Litta. Sono però un paio di anni che questa sagra ricca di bancarelle e di iniziative culturali è dedicata alla Cipolla.

Non si tratta di uno scherzo, ma del risultato di una lunga ricerca storica effettuata da degli appassionati di storia ossonese. Pare, infatti, che Ossona, prima di diventare il paese della casseoula più grande del mondo, avesse già un altro primato: quello della coltivazione delle cipolle e che, per questo motivo, Ossona fosse nota in tutto l’ Altomilanese.

Durante la sagra di fine agosto erano vendute grosse ceste di cipolle prodotte dai contadini ossonesi. Pan e schigula, pane e cipolla, il classico piatto dei milanesi poveri, diventò così un piatto tipico della festa, insieme ovviamente a polenta e galina fregia, cioè alle fettine di gallina bollita fredda.

Dal 2002, però, il piatto ufficiale di Ossona è la cassoula di San Bartolomeo. Quell’anno, infatti, il giorno di San Bartolomeo Ossona vinse ben tre Record mondiali: per aver cucinato la cassoeula più grande del mondo, nella pentola più grande del mondo e servita ad un grande gruppo di persone, oltre le duemila, che fu il terzo primato dei Guiness vinto dal paese.

La data scelta per preparare quella immensa casseoula, ricca di salamini e di cotenne di maiale, fu l’ unico giorno dell’anno in cui ogni ossonese che fa in modo di essere in paese, per godersi la passeggiata fra le bancarelle della fiera. Vi furono alcune difficoltà per trovare le verze necessarie ma, da quell’anno in poi, questo è il decimo, le verze sono coltivate appositamente per essere servite con la casseoula d’agosto.
Anche quest’anno, in ogni ristorante, bar e  cortile potrete assagggiare una porzione dell’ottimo piatto della cucina milanese.

(Fonte foto: Youtube.it)

Ilaria Maria Preti
Chi sono Ilaria Maria Preti 2242 articoli
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Lavoro come Web Content Specialist per varie testate giornalistiche e blog. Oltre a cronaca Ossona, mi occupo della redazione di Zoom Milano (Zoommilano.it) e conduco l'ufficio stampa di Conflavoro Pmi Milano (conflavoro.mi.it). Ho scritto di politica, cronaca, turismo, ma anche di edilizia, tasse, assicurazioni, e persino di calcio.

1 Commento

  1. con l ottima cucina, il vino la musica e gli amici ci siamo divertiti un sacco:-)

Rispondi